Come dare il primo bacio: guida pratica alla prima volta

Emozionante e tanto desiderato, il primo bacio, bello o brutto che sia, non si scorda mai. Ecco alcuni consigli per renderlo speciale.

Primo bacio come dare

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    La prima cotta, il batticuore, le farfalle nello stomaco, un desiderio travolgente dell’altra persona. Chi di noi non ha provato tutte queste emozioni nella propria adolescenza? Per non parlare delle ricerche online e le chiacchierate con gli amici per racimolare qualche consiglio. Eh sì, arrivati a questo momento tanto atteso, non possiamo permetterci di fare figuracce. Tutto deve essere perfetto (spoiler: non lo sarà mai). Ma esiste una guida ad hoc per il primo bacio? Assolutamente no (almeno fino a ora). Ecco alcuni consigli che possono rivelarsi più che utili per tranquillizzare gli animi più o meno giovani. Il primo bacio quando arriva, arriva.

    Perché è così importante?

    Da adolescenti, tutti noi abbiamo immaginato almeno una volta il momento del primo bacio, creandoci aspettative per poi rimanere delusi se non rispecchiavano la realtà (e la maggior parte delle volte era così). Infatti, il bacio rappresenta un atto molto intimo che unisce emotivamente due persone e di cui difficilmente ci si dimentica, a maggior ragione se si tratta del primo. Forse è proprio per questo motivo che le emozioni che si provano in questo momento sono così contrastanti tra loro: tensione, paura, imbarazzo, desiderio. 

    Ma bando alle ciance, come baciare la persona che mi piace? Quando è il momento giusto?

    Rispetto

    Innanzitutto, prima di scendere nei dettagli, è importante capire che bisogna rispettare i tempi dell’altra persona. Ogni persona è diversa e ha i propri tempi, perciò se non si sente pronta o sicura, non bisogna forzare le cose, ma bensì creare una situazione che possa mettere a proprio agio chi abbiamo di fronte. La fretta è cattiva consigliera in questi casi.

    Spontaneità

    Il miglior piano è non avere piani. Non pianificare l’appuntamento nel dettaglio, perché per quanto possa esser tutto perfetto, almeno idealmente, ci sarà sempre qualcosa che non andrà come previsto. Non è necessario pensare in grande, sarà sufficiente creare la giusta atmosfera per far scattare il primo bacio

    Crea l’occasione

    È difficile dare un bacio di punto in bianco, come darti torto. Ma la verità è che non c’è un momento giusto o sbagliato per dare il primo bacio. Lo senti e basta. 

    Se c’è imbarazzo e timore, sarà opportuno scegliere un luogo tranquillo, lontano da sguardi indiscreti, dove sia possibile lasciarsi andare senza che nessuno rovini l’atmosfera.

    Intraprendenza

    Rompiamo gli schemi. Chi ha detto che sono gli uomini a dover fare il primo passo? Beh, non è affatto così. Ci vuole un po’ di intraprendenza, che non guasta mai. Oramai non siamo più nel Medioevo. Se si ha a che fare con una persona timida, bisogna buttarsi a prescindere dal genere. Maschio o femmina che tu sia, se ti piace una persona, segui il tuo istinto e non badare a schemi.

    Fai che non sia l’ultimo

    Ma passiamo al sodo. Ci sono alcuni consigli tecnici per non fare una brutta figura quando si tratta del primo bacio.

    • Non mangiare cibi pesanti: per quanto possa essere inutile dirlo, una buona igiene orale e un alito fresco sono i punti di partenza per il primo bacio. Se si è messo in preventivo che l’appuntamento dovrà terminare con un bacio, magari evitiamo di mangiare una pizza tonno e cipolle o cibi contenenti aglio. Se non c’è la possibilità di lavarsi i denti, una chewing gum aiuterà a rinfrescare l’alito, perciò fanne scorta!
    • Muovi la lingua lentamente: spesso e volentieri, si tende a ficcare la lingua nella gola dell’altra persona, muovendola così velocemente che il movimento ricorda quello della centrifuga della lavatrice. Fidati, non è affatto piacevole essere scambiati per un ciclo cotone. Prenditi tutta la calma e il tempo di cui hai bisogno, non ti rincorre nessuno. 
    • Chiudi gli occhi: evita di tenere gli occhi aperti, almeno al primo bacio. Tenere gli occhi chiusi aumenta il trasporto emotivo. Tuttavia, quando si ha una maggiore confidenza con l’altra persona, si possono tenere anche gli occhi aperti, anche se per molti sono causa di soggezione.
    • Dove mettere le mani?: Se te la senti, puoi abbracciare dolcemente l’altra persona, accarezzare i capelli, sfiorare il viso. Tutto ciò che è più adatto alla situazione, rispettando chi hai di fronte e non “invadendo” troppo lo spazio dell’altra persona.
    • Non allontanarti subito: non appena le vostre labbra si staccano, non allontanarti immediatamente. Mantieni il contatto, anche visivo, senza creare un distacco brusco.
    • Fai ciò che senti: il consiglio più sincero e spassionato che si può dare è quello di essere semplicemente se stessi. Puoi aver studiato quanto vuoi, ma quando avrai davanti a te la persona che ti piace, tutto avverrà in modo molto naturale.

    A essere sinceri, il primo bacio non è quasi mai un granché, vuoi per l’emozione, vuoi perché si è alle prime armi, vuoi per l’imbarazzo. Nonostante ciò, rimarrà un momento (in)dimenticabile. Dipende dai punti di vista, e lo può confermare una delle tante testimonianze online:

    Il mio primo bacio è stato orribile. Avevo 14 anni, e questo ragazzo non mi piaceva poi tanto. Semplicemente volevo provare, ed effettivamente oggi me ne pento perché se ci penso mi vengono i brividi. Era carino, aveva 16 anni ma credetemi, una vera e propria bavosa. Terrificante, di quelli che ti infilano la lingua in bocca come un salame e sbavano.

    Perciò, se non sei ancora convinto/a prenditi tutto il tempo del mondo. Un bel ricordo rimane per sempre, non sprecarne nemmeno uno.

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy