A Torino il primo ospedale con un sito internet del tutto accessibile a disabili

L’Ospedale Koelliker di Torino è il primo in Italia dotato di un sito web totalmente accessibile a persone disabili

Ospedale Koelliker sito web accessibile

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Una bella notizia che arriva dall’Ospedale Koelliker di Torino: la struttura del capoluogo piemontese è la prima in Italia dotata di un sito web integralmente accessibile a persone disabili.

    A partire dal 16 settembre 2021, infatti, i siti web www.osp-koelliker.it e www.ospedalinokoelliker.it sono ottimizzati sulla base del WCAG 2.1, versione aggiornata del giugno 2018 delle linee guida internazionali (WCAG, Web Content Accessibility Guidlines) e saranno accessibili a persone colpite da cecità, epilessia e disturbi cognitivi, motori e visivi.

    L’utilizzo di strumenti digitali che ci permettono di restare in contatto con il mondo, usufruendo anche di servizi essenziali, è d’altronde ormai la prassi. Computer e Internet per fare, quasi, qualsiasi cosa sono indispensabili ma al tempo stesso strumenti a cui non tutte le persone sono in grado di accedere con facilità.

    A livello legislativo il diritto all’accessibilità informatica da parte delle persone affette da disabilità è sancito, in Italia, dalla Legge 9 gennaio 2004, n.4, ‘Disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici’ e nel 2016 la Comunità Europea ha fissato, con una Direttiva, una serie di regole per assicurare prescrizioni in materia di accessibilità digitale a livello comunitario.

    Come funziona il sito dell’Ospedale Koelliker?

    Una volta aperto il sito e cliccato sull’icona dell’accessibilità, l’utente può:

    • attivare la navigazione personalizzata (in base alla disabilità)
    • regolare/modificare immagini, interfaccia e testi
    • interrompere animazioni lampeggianti (pericolose per persone affette da epilessia fotosensibile)

    Per chi soffre di cecità, il sistema, realizzato in partnership con la start-up AccessiWay, è in grado di analizzare, interpretare e scansionare l’intera pagina, mentre per chi ha disturbi visivi può regolare dimensioni del testo, colore, cursore e titoli.

    Per chi ha disturbi motori, infine, è possibile navigare sui due siti interamente con la tastiera, mentre chi soffre di epilessia può interrompere animazioni lampeggianti, pattern e video.

    Un’iniziativa, quella dell’Ospedale Koelliker, in linea con la filosofia della struttura torinese. ‘Nel logo del nostro Ospedale – ha dichiarato Carla Vernetti, Direttrice Commerciale dell’Ospedale – abbiamo scritto “prima la persona” per testimoniare la nostra volontà e il nostro impegno nel prenderci cura di tutti i pazienti […] La disabilità, d’altronde, è un tema a cui dedichiamo particolare attenzione ed è per questo che da anni collaboriamo con la Fondazione Paideia per offrire un aiuto concreto alle famiglie di bambini con disabilità’.

    Una particolare sensibilità riscontrata anche da Edoardo Arnello, CEO e cofounder di AccessiWay. ‘Fin dai primi contatti con il team di Koelliker – ha commentato il fondatore della startup che per la prima volta sta proponendo una soluzione automatica per garantire la totale accessibilità al web – abbiamo notato una forte sensibilità verso il tema dell’accessibilità del web. Sapere che una realtà così affermata riconosca l’importanza della nostra missione ci dà fiducia e voglia di continuare a crescere’.

    Garantire l’accessibilità a tutti ai computer, genericamente ai device digitali, e al mondo web tutto è ormai fondamentale, anche perché permette di accedere anche ai siti che forniscono informazioni ufficiali sui temi come salute, sanità e farmacia.

    Vediamo, quindi, per concludere quali sono i principali a livello internazionale.

    I siti web su salute e mondo farmaceutico

    Il web è ricco di siti dedicati alla salute e alla sanità, sia di carattere generale che specifico. Tra i “generici” a livello internazionale i riferimenti arrivano dagli Stati Uniti d’America e sono sicuramente da segnalare:

    • FDA (la rivista della Food and Drug Administration americana)
    • HealthAtoz (contenente risorse sanitarie complete e integrate, fornite direttamente da operatori sanitari)
    • MedlinePlus (informazioni sanitarie selezionate dalla National Library of Medicine)
    • Medscape (sito per consumatori e professionisti, completo di informazioni che vanno dai regolamenti agli aggiornamenti terapeutici)
    • NIH (informazioni sulla salute del National Institutes of Health)

    L’Health Services Research Information Central (HSRIC) fornisce invece informazioni sull’invecchiamento, mentre ACOR.net è un punto di riferimento online sul tema del cancro.

    Per la salute dell’infanzia e dell’adolescenza c’è quindi KidsHealth, dove si trovano informazioni per bambini, genitori e ragazzi della Fondazione Nemours, mentre, per la salute mentale, Internet Mental Health fornisce contenuti di portata internazionale.

    Per quanto riguarda nello specifico il campo farmaceutico ci sono infine:

    • il Daily Med
    • il eMedExpert
    • il già citato MedlinePlus, dove trovare informazioni dalla Biblioteca nazionale di medicina
    • RxList, con informazioni su farmaci e trattamenti alternativi

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy