Mestruazioni e gravidanza: si può rimanere incinta durante il ciclo?

Se faccio sesso durante il flusso mestruale posso rimanere incinta? Falsi miti e rivelazioni: scopriamole

coppia-felice-sul-letto

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Ormai è diventata una convinzione comune: se si ha rapporti sessuali non protetti durante le mestruazioni è impossibile rimanere incinte, ma è veramente impossibile?

    Spoileriamo già il finale: incorrere in una gravidanza durante le mestruazioni è difficile, ma no, non è impossibile, quindi, se non si vuole incorrere in gravidanze indesiderate, è sempre bene proteggersi anche durante i giorni di mestruazioni.

    Piccola legenda

    • Il ciclo mestruale: sono i 28 giorni complessivi (di media) dal primo giorno di mestruazioni al successivo primo giorno di mestruazioni.
    • Le mestruazioni o il flusso mestruale: sono i giorni (solitamente 5, ma possono essere di più o di meno) in cui mensilmente si hanno perdite di sangue dalla vagina.
    • Ovulazione: sono i 5 giorni (sempre di media), dal 12esimo al 16esimo giorno, in cui le ovaie rilasciano l’ovulo, che matura in uno spazio all’interno della tuba uterina e che potrà essere fecondato dagli spermatozoi, fino a raggiungere l’utero. Questi sono, in linea di massima, i giorni più fertili del mese.

    Si può fare sesso durante le mestruazioni?

    La risposta qui è una sola: se entrambi i partner lo desiderano, sì, è normalissimo avere rapporti completi durante le mestruazioni. Le domande da porsi in questo caso sono solo relative al dolore che si può avvertire o al fastidio da parte di entrambi alla vista del sangue, ma se siete a vostro agio, potete tranquillamente fare sesso durante i giorni di flusso mestruale.

    Attenzione, però. Se è vero che è possibile e normale fare sesso durante le mestruazioni, non è detto che questo metta a riparo da gravidanze indesiderate.

    Come funziona il ciclo mestruale?

    In un ciclo ovarico di una donna si ha una divisione in due fasi: la fase follicolare (dal primo giorno di flusso mestruale all’ovulazione) e la seconda, detta luteale, dall’ovulazione all’inizio del flusso mestruale successivo.

    Nello specifico, il mese del ciclo è suddiviso in più punti:

    • Il primo giorno di mestruazione.
    • I 5 giorni del flusso mestruale.
    • I giorni successivi al quinto giorno, destinati alla maturazione di un nuovo ovulo.
    • Dal 12esimo al 16esimo giorno, in cui si ha l’ovulazione (questi sono i giorni fertili).
    • Dal 16esimo al 28esimo giorno, dove l’ovulo arriva all’utero e viene fecondato (gravidanza) oppure viene eliminato (attraverso il ciclo mestruale).

    Quindi, in linea di massima, i giorni fertili sono dal dodicesimo al sedicesimo giorno tra un ciclo mestruale e l’altro. In tutti gli altri giorni, mestruazioni comprese, il corpo funzionerebbe in modo tale da ricreare i presupposti per l’ovulazione del mese successivo.

    Durante il flusso mestruale, il sangue, che passa attraverso la vagina e che solitamente dura circa 5 giorni, proviene dallo sfaldamento della parte mucosa dell’utero. 

    Si può rimanere incinta con il ciclo?

    Eccoci arrivati al nostro corpo, il meraviglioso e complesso corpo umano che non è una macchina, che “soccombe” alle variabili, alla possibilità di cicli più o meno lunghi e, viceversa, corti. Queste variabili possono alterare i giorni di ovulazione, spostare i giorni del ciclo e far coincidere il momento dell’ovulazione con gli effettivi giorni delle mestruazioni.

    Ci sono dei cicli mestruali che durano 30 giorni, altri 22: tutte queste variabili non fanno altro che aumentare le probabilità di ovulazione in giorni diversi rispetto allo “schema” teorico del ciclo mestruale.

    Nel caso di un ciclo mestruale di 22 giorni, ad esempio, l’ovulazione potrebbe coincidere con gli ultimi giorni di flusso mestruale, quindi la donna potrebbe risultare fertile durante i giorni di mestruazioni.

    Quindi sì, è difficile rimanere incinta durante il flusso mestruale, ma non è impossibile, in quanto lo spermatozoo può imbattersi nell’ovocita, durante l’ovulazione anche durante i giorni del flusso mestruale, se arrivato in anticipo, ad esempio. Inoltre, lo spermatozoo può rimanere “vivo” anche nei giorni successivi, fino a 5-7 giorni dopo il rapporto sessuale, risultando capace di fecondare l’ovulo nel momento di ovulazione. Anche questo aspetto può influire nelle variabili che creano questa sovrapposizione di ovulazione e mestruazioni in concomitanza.

    Niente panico: se non si desidera una gravidanza è sempre bene utilizzare i giusti contraccettivi, mentre se la desideriamo è possibile affidarci alle app che monitorano proprio i giorni di ovulazione così da sapere, indipendentemente dalle mestruazioni, quando sono quelli più feritili e, quindi, quando è il momento migliore per provare a concepire. L’importante è essere a conoscenza del proprio corpo e delle variabili che il nostro organismo può attuare e non essere impreparati. Per questo, per qualsiasi domanda o richiesta di informazioni, rivolgersi al medico di base e/o agli esperti di settore è sempre un buon metodo per conoscerci e toglierci tutti i dubbi sul nostro corpo e su come funziona il ciclo mestruale.

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy