Annunciate le prime farmacie nel Metaverso

La sfida per chi sarà la prima casa farmaceutica ad entrare in questo mondo virtuale è tra la svedese Kronas Apotek e l'americana Cvs Pharmacy

farmacia nel metaverso

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    La notizia è partita da quella che è considerata la seconda catena americana di farmacie (dopo Wba), ovvero Cvs Pharmacy. Quest’ultima, infatti, aprirà a breve nientemeno che un e-commerce nel Metaverso, il mondo virtuale ed immersivo che potrebbe rappresentare il futuro dell’universo Internet.

    Come in una classica farmacia, le strutture della catena, all’interno del Metaverso, venderanno integratori e prodotti per la salute e il benessere ma, ad anticipare l’azienda a stelle e strisce potrebbe essere un’altra catena, svedese però, Kronans Apotek, che nel corso delle ultime settimane ha presentato il suo progetto di farmacia nel Metaverso, sviluppato in collaborazione con la piattaforma Metabloxz.

    Lo scopo della catena svedese, che racchiude 320 farmacie, è quello di tastare il terreno di questo “nuovo mondo” per capire come migliorare la propria offerta di commercio elettronico attraverso nuove esperienze di acquisto per i clienti.

    Come sarà la nuova farmacia del futuro?

    La Head of Pr Strategy di Kronans Apotek, Linda Wakeham, è convinta, così come lo è l’intera azienda svedese, che ‘la farmacia del futuro dovrà offrire il miglior servizio possibile indipendentemente dal canale di vendita’ e anche se ‘non sappiamo ancora se il Metaverso sarà tra questi, nessuno lo può dire, ma per noi è importante essere in prima linea nello sviluppo digitale’.

    Una dichiarazione che lascia spazio ad alcune perplessità sul futuro del Metaverso, ancora lontano dall’essere un luogo sviluppato ed utilizzato nella maniera in cui aveva mostrato il creatore di Facebook (oggi, non a caso, Meta), Mark Zuckerberg, in un video di presentazione diffuso il 28 ottobre 2021.

    Difficile dire se il Metaverso farà la fine dell’universo virtuale Second Life, la cui nascita e iniziale evoluzione furono accolte con un entusiasmo proporzionale al disinteresse che lo ha accompagnato nella sua fase di declino o se le cose andranno auspicabilmente meglio.

    In attesa di capire se sarà l’azienda svedese a credere nel progetto al punto tale da essere la prima ad entrare come farmacia nel Metaverso, la sopracitata Cvs Pharmacy sembra maggiormente convinta delle potenzialità di questa realtà. Un suo portavoce ha infatti dichiarato a Cnbc che stanno ‘cercando in maniera assidua nuovi e innovativi modi per coinvolgere i consumatori, utilizzando un approccio digital-first e tecnologico. Per questo stiamo cercando di esplorare queste e altre opzioni per migliorare l’esperienza del consumatore, lanciando al tempo stesso nuovi servizi’.

    Quali aziende vendono già nel Metaverso?

    Nello spazio che Zuckerberg definisce un ‘internet incorporato’, all’interno del quale ‘socializzeremo, impareremo, collaboreremo e giocheremo’, ci sono start-up ma anche aziende importanti che ci si stanno muovendo e ci stanno investendo.

    A marzo scorso, ad esempio, all’interno di Decentraland, piattaforma basata su browser del mondo virtuale 3D in cui gli utenti possono acquistare tramite la criptovaluta MANA appezzamenti di terreno virtuali sotto forma di NFT (non-fungible token. In italiano “gettone non riproducibile”), famosi nomi della moda come Dolce & Gabbana, Dundas, Etro, The Fabricant, Tommy Hilfiger e Hogan hanno preso parte alla più grande fashion week nel mondo digitale, La Metaverse Fashion Week.

    Messa in mostra dei prodotti ma anche vendita. Balenciaga, ad esempio, dopo aver presentato la collezione autunno inverno 2021 all’interno del videogioco “Afterworld: The Age of Tomorrow” ha dato la possibilità ai giocatori del celebre “Fortnite” di acquistare felpe e cappelli per i loro personaggi avatar. 

    Il futuro del Metaverso e del suo successo, anche in campo farmaceutico, è diviso tra le aziende che ci credono e flop, come il disinteresse riscontrato da Shiba Inu tra gli utenti quando ha messo in vendita i terreni del Metaverso il 23 aprile 2022. Solo il tempo ci dirà se il Metaverso sarà, e in che dimensioni, parte del nostro futuro e di quello delle farmacie.

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy