ingrediente
ingrediente

I benefici dello zenzero

Come assumere lo zenzero contro influenza, nausea, contratture muscolari e dolori mestruali e molto altro!

benefici zenzero

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Lo zenzero, una pianta dalle innumerevoli proprietà e benefici: è utilizzato contro la nausea e i problemi legati allo stomaco, contro i malanni di stagione e i sintomi influenzali, contro i mal di testa, i dolori muscolari, quelli infiammatori, ma anche contro i dolori mestruali e per tenere sotto controllo il colesterolo, la glicemia e il nostro cuore… semplicemente lo zenzero fa bene.

    Storia e curiosità

    Originario dell’estremo oriente, lo zenzero, conosciuto anche con il nome di Zingiber officinale Roscoe o Ginger, era anticamente detto “gengiovo” e il suo uso nei dolci fiorentini in età Medievale è confermato da Boccaccio in una novella del Decameron. Sembra che sia stato Alessandro Magno a portare la pianta dello zenzero in Europa e, da quel momento, fu particolarmente apprezzata dagli antichi greci e romani.

    Da sempre, lo zenzero è stato utilizzato per le sue varie proprietà: contro il mal di stomaco e i vari dolori muscolari, contro il raffreddore e il mal di gola, fino a usi più particolari nell’antichità, come afrodisiaco naturale (visto il suo sapore un po’ piccante) o come purificatore dell’alito prima delle cerimonie religiose. 

    Le proprietà dello zenzero

    Utilizzato in polvere, come spezia, bevuto in tisane, o assunto sotto forma di capsule e olio essenziale, lo zenzero non solo aromatizza le varie pietanze in cucina, ma serve al nostro organismo per contrastare i numerosi effetti dovuti al cambio di stagione, la nausea, il mal di testa, la diarrea, e aiuta il nostro cuore (viene utilizzato contro palpitazioni e cardiopatia).

    Come assumere lo zenzero per ottenere i benefici che cerchi

    Abbiamo capito l’importanza dello zenzero per il nostro organismo e quanto i suoi benefici siano eterogenei; conosciuto come “radice della salute”, viene utilizzato come antidolorifico, antinfiammatorio e come antibiotico naturale. Come assumerlo per ampliare i suoi effetti (e amarlo sempre di più)?

    • Contro la nausea 

    Ricco di sali minerali come il calcio, il fosforo, il sodio, il potassio, il magnesio, il selenio, di vitamine (B3, B5, B6, C, E) e composti bioattivi, lo zenzero è da sempre utilizzato per calmare la nausea (anche dovuto al mal di mare e al mal d’auto). Per questo viene consigliato anche ai pazienti di chemioterapia per contrastare uno dei suoi sintomi più comuni, anche se non vi sono risultati scientifici che lo provino.

    Per contrastare la nausea e il mal di stomaco, la tisana è sempre un’ottima soluzione, ma se siamo in viaggio, possiamo optare per le caramelle candite o le compresse con estratto di zenzero.

    • Conto i disturbi digestivi

    Anche in questo caso, la soluzione più indicata è la tisana: assumerla dopo i pasti calma lo stomaco e rilassa i muscoli gastrointestinali. Per questo è ottima anche contro gonfiori e gas!

    Essendo un antinfiammatorio naturale, lo zenzero viene spesso utilizzato contro il mal di testa, in polvere in infusione, cioè con la classica tisana calda oppure è possibile sciogliere la polvere dello zenzero direttamente in un bicchiere d’acqua.

    Proprio per i suoi effetti antispasmodici viene utilizzato anche contro i dolori mestruali. Come dire addio ai dolori forti al basso ventre a causa del ciclo con lo zenzero? Semplice: aggiungete all’acqua calda un cucchiaino di radice fresca in infusione (o se preferite, aggiungetela a succhi di frutta, alla limonata o ad altri preparati), preferibilmente un paio di giorni prima dell’arrivo del ciclo.

    • Contro i dolori muscolari

    Lo zenzero viene utilizzato anche in caso di contratture o dolori muscolari grazie al calore che è in grado di emanare. Fondamentale, in questo caso, utilizzare lo zenzero come impacco: la radice fresca grattugiata, avvolta in un panno di cotone, viene messa in acqua bollente per qualche minuto e, dall’acqua che ne deriva, si fanno gli impacchi sulla zona interessata. Anche l’olio essenziale allo zenzero, in questo caso, può essere un aiuto aggiuntivo per contrastare i dolori reumatici e muscolari.

    Per combattere i sintomi dell’influenza esistono molte piante e frutti in natura, come il mirtillo, e lo zenzero è un altro ottimo alleato. Perfetta la tisana, magari con limone e miele, per un mix antinfiammatorio e antidolorifico a prova di bomba, ma anche le caramelle allo zenzero (attenzione: devono contenere vero zenzero!)

    • Contro il colesterolo cattivo e i benefici al cuore 

    Lo zenzero amico del cuore: oltre agli effetti già citati, lo zenzero aiuta a ridurre i livelli di colesterolo LDL, aumentando quelli di colesterolo HDL (il “colesterolo buono”) e aiuta anche per quanto riguarda la pressione sanguigna, il tutto con un effetto positivo contro il diabete. Si può assumere come radice fresca o come estratto secco, a seconda delle preferenze.

    Controindicazioni

    Tendenzialmente non ci sono avvertenze gravi da segnalare, ma in caso di reazioni cutanee è fondamentale rivolgersi al proprio medico. Per le donne in gravidanza è consigliato non farne un uso prolungato.

     

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy