Pharmap, l’home delivery dei farmaci italiano cresce sempre di più

Fondata da due giovani siciliani, la start up con i suoi servizi promuove la digitalizzazione delle farmacie

Consegna medicinali domicilio

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Il lockdown della prima metà del 2020 ha dato un’accelerata mai vista alla digitalizzazione delle aziende, in molte hanno iniziato a curare i propri canali social con precise strategie di content marketing oppure si sono mosse per aggiornare rapidamente i propri siti web con uno spazio e-commerce, pur di non rimanere ferme con le vendite. Anche l’home delivery, la consegna a domicilio di beni, ha smesso di essere prerogativa delle attività food e ha cominciato a intersecarsi con le imprese più varie.

    Questa piccola, grande evoluzione non ha messo da parte neppure le farmacie locali e le aziende farmaceutiche e la crescita della start up Pharmap lo dimostra con numeri eloquenti. Si tratta di una piattaforma online che offre la possibilità di acquistare a distanza farmaci e riceverli a casa in 60 minuti, direttamente dalle farmacie locali. A fondarla nel 2017 sono stati due giovani ragazzi siciliani, annoverati da Forbes Italia tra i 100 talenti under 30 del 2020. Ora l’azienda cresce con aumenti notevoli e da poco ha aperto anche un nuovo hub a Palermo, dove dà lavoro a decine di persone.

    Pharmap, senza dubbio complice appunto il periodo di lockdown, ha chiuso il primo semestre del 2020 con incrementi rilevanti sia in termini di fatturato che di nuove richieste da parte di clienti, che spendono sempre di più su ogni scontrino. Gli utenti registrati sono cresciuti infatti del +630% rispetto allo stesso periodo del 2019, mentre i download dell’app sono saliti del +400%. Un aspetto da segnalare è senz’altro l’aumento che ha toccato lo scontrino medio, passato da una cifra di €27 registrata a gennaio di quest’anno a una di €40,30 a maggio e giugno, sempre del 2020. Da qualche giorno Pharmap ha anche aperto un nuovo hub in Sicilia, a Palermo. dove avranno la possibilità di lavorare più di 40 giovani sotto i 30 anni, tra locali che potranno rimanere nel proprio territorio e leve dal nord Italia.

    A tre anni dalla sua nascita, quindi, Pharmap è ormai leader italiano per l’home delivery di farmaci. Gli utenti che scelgono di usare Pharmap possono ricevere a domicilio anche i farmaci che prevedono la ricetta medica: è sufficiente che inseriscano il codice NRE della ricetta dematerializzata oppure possono comodamente farla avere al fattorino che effettuerà la consegna. Oltre a offrire un vantaggioso servizio per i clienti che possono ricevere direttamente a casa i medicinali di cui hanno bisogno, la piattaforma si rivolge alle farmacie locali e ai brand farmaceutici.

    Per quanto riguarda le farmacie, queste possono scegliere Pharmap per offrire ai propri clienti un servizio in più e dunque fidelizzarli. Quelle che scelgono di avvalersi della piattaforma, ricevono uno speciale kit dedicato per la comunicazione, al fine di far conoscere questa nuova opportunità agli habitué della farmacia: viene fornito sia materiale per la comunicazione in negozio, dagli adesivi al volantini, sia un set per la comunicazione digitale, con post e copertine per Facebook, insieme a vetrine digitali e newsletter.

    Pharmap si propone anche ai brand farmaceutici, con spazi dedicati all’interno della piattaforma. In questo modo, è possibile far conoscere uno specifico prodotto a un pubblico già profilato e interessato a qualcosa della categoria merceologica del brand stesso.

    La start up, che nel 2019 aveva chiuso con un fatturato di un milione e mezzo di euro, punta a mettere la parola fine, per il 2020, con 6 milioni di euro. Nel frattempo, Pharmap continua a crescere, a mirare a nuovi obiettivi (come l’internazionalizzazione) e a lanciare progetti nuovi: per fine anno, infatti, è stato annunciato un nuovo strumento che andrà a integrarsi con i servizi che già sono offerti tramite l’app, ovvero un mezzo per gestire l’aderenza terapeutica.

    Ormai, dunque, è sempre più difficile fare a meno del digitale e anche il mondo pharma non può più trascurare strategie di digital marketing adatte al settore. Le opportunità offerte dal web per l’ambito farmaceutico, seppure con qualche restrizione data dalle normative, sono varie: si va dal fondamentale social listening, per capire le intenzioni del consumatore, a veri e propri piani di content marketing.

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy