Zoodles, ovvero gli zucchini noodles

Semplici, veloci, con poche calorie, cosa sono e quanto sono nutrienti gli zoodles?

Zoodles

Zoodles

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    “Li hai mai provati gli zoodles?” Detta così sembra proprio che ti stiano offrendo un piatto molto particolare, qualcosa dal gusto esotico, allettante ma con un buffo nome da pronunciare. Niente di così intricato in realtà, infatti stiamo parlando di di semplici noodles di zucchini. Il loro aspetto è proprio quello di uno spaghetto spesso che mai avremmo pensato di poter tirar fuori da una normalissima e banale zucchina. Una nuova moda culinaria, quella degli zoodles, che può essere molto utile nei casi in cui non si riesca a fare a meno di un bel piatto di pasta. Infatti sebbene il gusto non sia esattamente quello degli spaghetti, gli zoodle ingannano la vista facendoci sentire meno in colpa poiché poveri di calorie e ovviamente senza carboidrati. Tutto quello che ti serve è uno spiralizzatore o zoodler, ormai facile da trovare in commercio, un semplice attrezzo che ti aiuterà a realizzare lunghi filamenti di zucchine da condire con quello che preferisci. Gli zoodles sono perfetti nelle diete ipocaloriche low carb poiché, come si può immaginare, hanno pochissime calorie, 76 per 100 grammi, non hanno bisogno di cotture prolungate ma anzi possono essere consumati crudi oppure saltati in padella per pochi minuti mantenendo intatte tutte le proprietà benefiche delle zucchine. Gli zoodles sono divertenti da creare e le salse che possono essere accostate a questo piatto sono molteplici, il web pullula di ricette a base di zoodles, dalle più orientali a quelle più italianizzate. La sua estetica è così invitante che una volta che avrai dato un’occhiata a qualche ricetta non potrai fare a meno di provarli!

    Perché le zucchine ci fanno bene?

    Partiamo dal fatto che è difficile non amare le zucchine, la loro versatilità in cucina, il loro sapore fresco e leggero. Anche i bambini ne vanno pazzi! Possiamo trovare questo prodotto, anche se tipico dei mesi estivi, durante tutto l’anno e sfruttare il suo potenziale benefico in molti modi diversi. Perché questo ortaggio è così buono? Oltre ad essere ricca di acqua e povera di calorie, la zucchina è priva di grassi e colesterolo, perfetta quindi in ogni regime alimentare. Se cotte poco, o ancor meglio mangiate crude, le zucchine apportano all’organismo Vitamine A e C in buone quantità, acido folico e sali minerali quali potassio, manganese, calcio, ferro, fosforo e sodio. Inoltre sono consigliate se si soffre di stipsi, poiché ricche di fibre, facilitando così il corretto funzionamento intestinale. Si consiglia una porzione di zoodles non inferiore ai 300 grammi, per consumare un pasto completo, con il giusto condimento, per assimilare almeno 400 calorie circa.

    Scegliere zucchine fresche!

    Proprio perché è preferibile consumare gli zoodles crudi è opportuno aguzzare la vista e scegliere le zucchine più fresche. Questo tipo di ortaggio infatti soffre particolarmente l’esposizione al calore e alla luce, deteriorandosi in tempi brevi. Quindi bisogna porre l’attenzione su molte caratteristiche: innanzitutto occhio alla grandezza! Meglio scegliere uno zucchino di piccole o medie dimensioni, dalla consistenza soda anche nelle sue estremità, perché avrà sicuramente un gusto e una resa migliore. Anche la buccia deve essere tesa e compatta e se si nota una leggera peluria in controluce non bisogna scartare la zucchina, è un ulteriore sintomo di freschezza. Scegliere una zucchina non fresca renderà il tuo piatto di zoodles più amaro e meno godibile rispetto a quello realizzato con zucchine freschissime, ma niente paura, se si commette questo errore basta cuocere gli zoodles o prolungare la cottura in padella.

    Per avere un quadro nutrizionale più ampio ho chiesto a Maria Arena, biologa nutrizionista, un piccolo approfondimento sul buon utilizzo degli zoodles, partendo dalla considerazione che questo piatto è pur sempre a base di verdure e nonostante le sue numerose proprietà non può essere sempre sostituito alla pasta.

    È corretto sostituire la pasta con gli zoodles?

    “ Gli zoodles sono appunto spaghetti di zucchine, della pasta hanno ben poco, solo la forma. Non possono essere considerati suoi sostituti, poiché i valori nutrizionali non sono affatto paragonabili. Possono tuttavia ingannare l’occhio quando abbiamo necessità di consumare pasti ipocalorici nel caso fossimo in una fase di regime dietetico low carb. In ogni caso, vanno considerati come verdura, quindi, affinché il pasto sia completo, si può consumare anche una porzione di pane e/o cereali adatta al proprio fabbisogno.”

    Perché le zucchine sono importanti nella nostra alimentazione? 

    “ Le zucchine sono un alleato prezioso della salute intestinale, sono ortaggi particolarmente digeribili! Rappresentano una buona fonte di vitamina C, di potassio e manganese, ed essendo principalmente a base di acqua hanno un buon potere saziante ed idratante. Sono ortaggi molto importanti nella nostra alimentazione e sarebbe meglio consumarli nel periodo estivo, la loro stagione, quando sono ancora più ricchi di nutrienti.”

    Possono esserci delle controindicazioni nel consumo eccessivo di zoodles?

    “No, non ci sono controindicazioni nel consumo frequente di piatti a base di zucchine, o di zoodle, ma è sempre bene ricordare che la cosa migliore per la salute è variare il più possibile il colore di frutta e verdura che portiamo a tavola, per soddisfare il fabbisogno di tutti i micronutrienti che i vari tipi di ortaggi contengono in maniera differente. Bisogna inoltre dire che, essendo gli zoodles molto delicati nel sapore, il rischio nelle preparazioni potrebbe essere quello di abbondare troppo nei condimenti (rendendo poi nullo il beneficio dell’essere di base poveri di calorie). Dunque, perché rimanga davvero un piatto leggero e ben equilibrato, l’ideale sarebbe, non aggiungere salse eccessivamente grasse e non eccedere con l’aggiunta di sale.”

    Quindi usare gli zoodles in sostituzione della pasta non è propriamente corretto ma è un’ottima alternativa per chi per un periodo di tempo deve rinunciare ai carboidrati. Inoltre proprio perché è importante variare, dal momento in cui si è in possesso di uno spiralizzatore, ci si può sbizzarrire con la fantasia e rendere a forma di spaghetto molti altri tipi di verdura come ad esempio le carote, il sedano rapa, i cetrioli e le barbabietole. Molto belli da vedere, molto buoni da gustare e alleati della nostra salute!

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy