L’allume di rocca contro il cattivo odore da sudore

Allume di rocca, di potassio o crudo: indicano tutti e tre lo stesso elemento. Scopriamo le sue proprietà deodoranti note fin dall’antichità.

allume di potassio deodorante

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Cos’è l’allume di rocca?

    L’allume di rocca, comunemente chiamato anche allume di potassio, è un sale composto da alluminio, potassio, ossigeno e zinco. Il suo nome scientifico èsolfato doppio di alluminio e potassio dodecaidrato”. A temperatura ambiente si presenta in forma solida, con l’aspetto di una pietra opaca e biancastra.

    Si ottiene dall’estrazione della pietra di allume (allumite), ma anche da bauxite, creolite e argilla. Le cave dalle quali è possibile estrarlo sono dislocate in vari continenti. In Italia lo si trova nei Monti della Tolfa, nel basso viterbese, ma anche nella zona del grossetano, in particolare nell’attuale comune di Allumiere vicino a Follonica. In Sicilia esiste addirittura una “Grotta dell’Allume” sull’isola di Vulcano.

    La formula chimica che lo identifica è KAl(SO4)2 • 12H2O e fin dall’antichità sono note le sue proprietà antitraspiranti, antibatteriche, emostatiche e astringenti. Per questo l’allume di rocca si presta a molti usi, e nel tempo è stato impiegato per gli ambiti più vari: dalla cura della persona all’artigianato.

    L’uso dell’allume di rocca nell’antichità

    Come abbiamo già detto, le numerose proprietà di questo sale, che ha l’aspetto di una pietra, sono note fin dall’antichità. I babilonesi lo usavano come colluttorio e per bloccare le emorragie, mentre i Greci ne sfruttavano già le proprietà deodoranti e antibatteriche.

    Nel Medioevo invece era impiegato nell’artigianato tessile, per fissare i colori, soprattutto nelle Fiandre, dove questo settore era particolarmente florido. Veniva acquistato dalla Repubblica di Genova, che se ne era assicurata il monopolio, a conferma della sua importanza. Era usato anche per fissare i colori delle miniature sulle pergamene e in ambito medico per la sua funzione emostatica (cioè di bloccare la perdita di sangue).

    E oggi è ancora così diffuso e apprezzato per la sua versatilità?

    Un’alternativa ecologica

    L’allume di potassio è noto e usato ancor oggi per le sue proprietà, che lo rendono in molti casi un’alternativa naturale a molti prodotti in commercio.

    Ricordiamo che l’allume di rocca ha un’azione:

    • antitraspirante
    • astringente
    • emostatica
    • antibatterica

    Per questo può essere un’ottima soluzione per la pelle arrossata post rasatura o depilazione, così come in caso di piccole ferite.

    Può essere utile anche per lenire il prurito causato dalle punture di insetto o per lenire la pelle arrossata da scottature. Infine può essere usato anche sulla pelle acneica e in caso di brufoli.

    L’allume di rocca come deodorante

    A oggi, il suo uso più comune è probabilmente come alternativa naturale ai deodoranti per ascelle.

    Si presta particolarmente bene a questa funzione perché antitraspirante e antibatterico. Ciò significa che non agisce coprendo l’odore di sudore, ma ne annulla la causa. Infatti non è il sudore che dà al corpo umano il tipico odore acre e sgradevole, ma i batteri che si formano nelle zone dove si suda di più, incentivati dall’ambiente umido, come le ascelle.

    L’allume di rocca funziona da battericida grazie alla sua componente salina e crea quindi un ambiente inospitale per i microorganismi responsabili del cattivo odore. Crea un film protettivo sulla pelle che si dissolve dopo qualche ora, offrendo un duplice vantaggio: impedisce il formarsi di cattivi odori e non blocca la sudorazione fisiologica.

    L’allume di rocca nella classica forma a saponetta o a cristallo può essere tranquillamente usato come deodorante, stando sempre attenti che la parte a contatto con la pelle sia levigata. Spesso però si trova anche su appositi supporti che ne rendono il suo utilizzo come deodorante per le ascelle più pratico, come se fosse uno stick.

    Per usarlo basterà bagnarlo leggermente e strofinarlo sotto le braccia o sul corpo leggermente bagnati e aspettare qualche minuto che si asciughi.

    Usare l’allume di potassio anziché un normale deodorante è più ecologico; inoltre è ipoallergenico, quindi adatto anche alle pelli più sensibili, e totalmente inodore. 

    È facilmente reperibile in erboristeria, farmacia, e anche nei supermercati più forniti o biologici. L’unica accortezza è di controllare che sulla confezione sia riportata la formula chimica KAl(SO4)2 • 12H2O. Il costo è contenuto, soprattutto a fronte della sua lunga durata.

    Possibili controindicazioni

    Ci sono alcune avvertenze da tenere in mente riguardo all’utilizzo dell’allume di rocca:

    • se ingerito è tossico e dà quindi problemi gastrointestinali
    • si sconsiglia l’uso a chi soffre di pressione alta
    • se ne sconsiglia un uso quotidiano, perché è pur sempre un antitraspirante
    • in caso di allergia all’alluminio non può essere utilizzato

    Ci sono poi alcuni studi piuttosto controversi che non lo riterrebbero sicuro per la salute, proprio perché contiene alluminio. Al momento queste sarebbero solo supposizioni, non confermate dalla FDA (Food and Drug Administration).

    Anzi, la Royal Society of Chemistry fa notare come l’utilizzo di questo prodotto sulla pelle non sarebbe nefasto per la salute, perché l’apporto di alluminio non andrebbe ad aumentare così tanto quello che già ingeriamo inconsapevolmente attraverso il cibo. 

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy