Dimmi di che mal di schiena soffri, ti dirò quale materasso usare

Il mal di schiena è un tormento per tutti quelli che ne soffrono, ma non per tutti è uguale! Scopri qual è il materasso giusto per liberarti del dolore.

mal di schiena materasso

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Quanti di noi, se ci fosse stato chiesto, avremmo saputo rispondere che il mal di schiena è tra le prime cause di disabilità al mondo? Suona strano, eppure secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità è proprio così: il 90% delle persone ne soffre almeno una volta nella vita.

    I sintomi che sempre più persone percepiscono sono noti, si va dalle varie forme di dolore muscolare (diffuso o lancinante) che a volte si protraggono fino alle gambe, alla riduzione della flessibilità fino a una vera e propria difficoltà di movimento. La natura “vaga” di questa malattia ha reso difficile per la ricerca medica individuare con certezza i motivi del sopraggiungere di questa condizione, possiamo solo provare a raggrupparli in due macrocategorie:

    • cause fisiche: mancanza di esercizio fisico, mantenimento di una postura errata per lungo termine (come per esempio quella data dal portare uno zaino pesante), reiterarsi di movimenti sbagliati, obesità, manifestazione di ernie o infiammazione dei reni;
    • cause psicosomatiche: ansia, depressione e in generale una quotidianità vissuta in modo molto stressante, spesso in aggiunta alle cause fisiche prima elencate.  

    Il mal di schiena può interessare la parte alta del corpo, soprattutto per chi fa vita sedentaria, la zona lombare – la lombalgia è la forma più diffusa, perché riguarda la zona della schiena che sostiene tutto il peso della parte superiore del corpo – e anche quella più bassa ad altezza coccige, generalmente a seguito di contusioni o traumi più o meno violenti. 

    Salvo quest’ultimo caso, che vengano prima le cause psicosomatiche e poi le fisiche o viceversa è difficile da decidere, quel che è certo è che molti di noi non sanno bene come liberarsi del dolore che provano.

    Dormire bene è il primo passo verso la guarigione

    Esistono dei casi in cui la scienza medica può intervenire, come nel caso di operazioni di estrazione chirurgica per chi soffre di ernia, ma per gli altri l’unica è affidarsi alle buone abitudini di prevenzione:

      • esercizio fisico;
      • alzarsi facendo forza su gambe e ginocchia per accompagnare il movimento e non piegando ogni volta la schiena;
      • assumere posture corrette da seduti e quando si cammina;
      • conoscere le proprie abitudini durante il sonno per scegliere il materasso migliore.

    Con quest’ultimo punto arriviamo al nocciolo della questione. Dato che il mal di schiena è strettamente connesso alla postura generale del nostro corpo e non possiamo avere il vero controllo di quella (o quelle) che assumiamo durante il sonno, la soluzione sta nell’imparare a conoscere le nostre abitudini e scegliere il materasso che meglio le accompagna. In altre parole. perché aumentare le probabilità di sviluppare un mal di schiena cronico a causa del materasso sbagliato?

    Guida alla scelta

    Per cominciare, teniamo presenti alcune indicazioni di base:

    • spessore del materasso compreso tra i 21 e i 30 cm per godere di una superficie su cui stendersi in modo confortevole;
    • conoscere il proprio peso ed eventuali problemi fisici (dismorfismi), come ad esempio la scoliosi, da tenere presenti al momento della scelta del materiale del materasso;
    • sapere quanto generalmente ci si muove nel sonno, partendo dalla posizione preferita per addormentarsi.

    A questo punto, possiamo provare a ordinare le tipologie di materassi presenti sul mercato secondo una scala di rigidezza/elasticità, in ordine decrescente dal più adatto al meno adatto per gestire un eventuale mal di schiena.

    Materassi memory foam

    La schiuma a base di poliuretano risulta essere un materiale molto flessibile, che si adatta bene al corpo, molto adatto a chi si muove poco di notte e passa la maggior parte del tempo in una sola posizione data la lentezza con cui il materiale si modella.

    • Molto adatto a chi soffre di mal di schiena cronico.

    Materassi in latex

    Emulsione derivata dalla gomma, il materasso in latex è un ottimo compromesso tra flessibilità e rigidità, si adatta rapidamente al corpo e per questo risulta migliore per chi si muove molto di notte.

    • Adatto a chi soffre di mal di schiena alto e lombare.

    Materassi a molle

    Le classiche molle impacchettate o interne donano un’elasticità al materasso che spesso non incontra la simpatia delle persone, a causa della scarsa adattabilità al corpo. In realtà chi si muove molto durante la notte potrebbe trovare giovamento da un materasso del genere perché il corpo non si irrigidisce in una sola posizione e il rischio di svegliarsi indolenziti diminuisce.

    • Poco adatto a chi già soffre di mal di schiena, più utile dal un punto di vista della prevenzione.

    Materassi ad acqua

    L’acqua è incomprimibile, per cui questi materassi sono i meno elastici sul mercato: poco importa se ci si muove di notte o se una volta addormentati si rimane nella stessa posizione fino al risveglio, in questo caso tutto dipende dalla condizione di partenza della schiena e da come il nostro corpo reagisce alla rigidezza della superficie.

    • Poco adatto a chi soffre di mal di schiena perché si sviluppa una forte energia di ritorno sul corpo.

    In via assoluta non esiste una soluzione unica e certa per tutti, il punto è scegliere la soluzione migliore in base alla propria condizione.

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy