Società benefit per la farmacia: nasce Apoteca Natura Holding Italia

Intervista ad Andrea Riva, amministratore delegato di Neo Apotek

apoteca natura holding

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Da una joint venture di due realtà note e indipendenti, Apoteca Natura e Neo Apotek, nasce Apoteca Natura Holding Italia, una nuova società che ha l’obiettivo di consolidare la presenza sul territorio della rete già esistente di farmacie in franchising. La holding appena nata si configura anche come una società benefit, una forma giuridica di impresa possibile dal 2016 che aggiunge allo scopo utilitaristico aziendale obiettivi di beneficio comune, sociali e ambientali. Con il dottor Andrea Riva, amministratore delegato Neo Apotek, abbiamo approfondito motivazioni e finalità di questa scelta.

    Cos’è Apoteca Natura Holding Italia?

    “Apoteca Natura Holding Italia nasce da una joint venture di due realtà indipendenti, Neo Apotek e Apoteca Natura.
    Neo Apotek è il soggetto di maggioranza che detiene l’80% capitale, dunque finanziariamente gestore della holding, mentre l’altro socio è Apoteca Natura, altro soggetto indipendente che opera nel farmaceutico come operatore di franchising. Sono due aziende diverse: Neo Apotek possiede 70 farmacie di proprietà e un fatturato di 100 milioni di euro, sempre in crescita; Apoteca Natura conta in Italia circa 670 farmacie aderenti al suo network di franchising. Ci siamo legati costituendo una nuova società che ha l’intento di sviluppare e consolidare proprio questa rete”.

    Qual è l’obiettivo di questo progetto?

    L’obiettivo principale della nuova società è il mantenimento del modello di centro servizi di Apoteca Natura e al contempo la crescita dell’azienda per Neo Apotek. Il primo traguardo è arrivare a un volume di fatturato di 200 milioni di euro nel breve periodo e poi avere una struttura che abbia una presenza territoriale importante. Abbiamo molta strada da fare e tanto da costruire, non a caso il payoff di Neo Apotek è proprio “una storia che si rinnova”: al momento dobbiamo mantenere la forza e il posizionamento della farmacia italiana industrializzando il processo a vantaggio dell’utente finale. Per noi la farmacia deve essere un polo di dispensazione della sanità, non un mero drugstore. Lo scopo è creare centri di qualità, un modello che è inevitabilmente volto a migliorare il servizio per il cittadino”.

    Questo progetto mira a valorizzare la figura del farmacista, giusto?

    Abbiamo il dovere di investire sulla professionalità del farmacista, è necessario centralizzare il sanitario, non il prodotto o meno che mai lo sconto”.

    Apoteca Natura Holding Italia è una società benefit: quali caratteristiche ha?

    “Questo è praticamente un unicum nell’ambito farmaceutico; per esempio ha come obbligo quello di ridurre il proprio impatto sull’ambiente, con parametri che vengono monitorati internamente affinché certi standard vengano mantenuti. Si fa attenzione non solo alla sostenibilità ambientale, ma ci si pone come obiettivo quello di dare dei benefici anche in termini sociali e lavorativi. Tutte le attività devono avere un impatto positivo ed è presente un un responsabile delle procedure benefit che lo monitora. Si tratta quindi di una società che non ha solo scopi di profitto; è stato naturale costruire una holding con queste basi con un gruppo che ha regole deontologiche molto affini alle nostre”.

    Quali sono le competenze che Neo Apotek da una parte e Apoteca Natura dall’altra apportano al progetto?

    “Neo Apotek è una piattaforma rodata nell’acquisizione di farmacie, Apoteca Natura ha un modello di franchising e di retail ben definito, da oltre 20 anni; insieme possiamo migliorare l’uno e l’altro. Apoteca Natura ha tre modelli di affiliazione al franchising, il più evoluto di questi è il centro salute, che è anche il nostro modello di farmacia, un hub della salute dove in un’unica struttura viene centralizzato il mondo della salute del benessere, dove la dispensazione del farmaco è solo punto di partenza. È un luogo dove racchiudiamo gli operatori sanitari tutti, anticipando il trend che la pandemia ha messo in evidenza. Grazie alla distribuzione territoriale delle farmacie, possiamo dare un servizio capillare di assistenza e supporto a tutte le problematiche patologiche e non, dall’assistenza domiciliare di un paziente allettato fino al servizio di prenotazione delle visite specialistiche, la telemedicina e il mondo della nutrizione. Per questo ci stanno cercando tante strutture di sanità privata, in quanto rete che riesce a comunicare con un unico linguaggio”.

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy