I trend del 2023 per il mondo cosmesi

I trend più attuali dal mondo della cosmesi e quelli previsti per il prossimo futuro, diffusi a Cosmoprof Worldwide

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    L’agenzia internazionale Beautystreams, in occasione di Cosmoprof Worldwide Bologna, si è occupata di rilevare le tendenze che oggi interessano il settore cosmetico e quelle previste per il futuro. Che ruolo avrà la tecnologia? Quanto è importante proporre un prodotto etico e sostenibile? Come comunicare in modo efficace nuovi valori che rispondano alle esigenze del singolo?

    Giunto alla 54a edizione, Cosmoprof Worldwide Bologna si riconferma uno degli eventi B2B più rilevanti nel settore della cosmesi. Quest’anno sono state registrate più di 250 mila presenze da 153 paesi diversi, e un incremento degli espositori dell’11% rispetto al 2022: quasi 3000 espositori da 64 paesi.

    L’evento non ha solo lo scopo di esplorare i trend più attuali del settore beauty, ma anche di prevedere quali saranno le direzioni che prenderà questo settore nei prossimi anni.

    Beautystreams, agenzia internazionale di riferimento per la cosmesi, si è occupata di redigere due report che osservano il settore della cosmesi proprio da questi due punti di vista, presente e futuro, e ha esposto i risultati con due installazioni e due talk in fiera. CosmoTrends Report riporta le tendenze osservate nelle proposte delle aziende espositrici, mentre CosmoVision 2023-2028 individua quali saranno i temi più attuali dei prossimi anni. Il tutto nella cornice di una tematica comune ai trend presenti e a quelli futuri: “CELEBRATING OTHERNESS – Beauty in the unique”, ovvero la sempre maggiore inclusività verso pelli e capelli di tutti i tipi, e una personalizzazione che accompagni la cura di sé in ogni fase della vita.

    CosmoTrends Report: in evidenza sostenibilità e attenzione agli ingredienti

    Beautystreams, a partire dalle candidature delle aziende espositrici, ha individuato le tendenze attuali del settore cosmetico e le ha presentate durante l’evento con un’installazione e un talk.

    Le tematiche emerse sono:

    • la sicurezza degli ingredienti e la garanzia dell’efficacia dei prodotti
    • il rispetto e la cura per il corpo anche e soprattutto quando questo non è più giovane, con una maggiore specificità dei prodotti in base alle esigenze delle varie fasi della vita
    • la sostenibilità ambientale, che è sempre più cruciale e passa anche attraverso il riciclo e il riutilizzo degli scarti
    • una produzione locale, così da evitare i costi e le emissioni dei trasporti e incentivare un’economia circolare e locale
    • l’attenzione per i danni causati alla pelle da raggi solari e inquinamento, con prodotti sempre più all’avanguardia nel difenderci da fattori aggressivi esterni

    Trend osservati durante Cosmoprof Worldwide 2023

    I trend previsti dall’analisi delle candidature delle aziende espositrici sono poi stati almeno in parte confermati dai dati raccolti durante la manifestazione stessa.

    È emersa un’attenzione particolare da parte delle aziende verso:

    • DIY (Do It Yourself): anche grazie all’utilizzo di app e nuove tecnologie, è sempre più semplice avere un trattamento professionale a casa e fai-da-te
    • riscoperta di ingredienti antichi, tramandati dalla saggezza popolare, resi ancor più efficaci e potenziati dal connubio con le possibilità tecnologiche attuali 
    • prodotti specifici per pelli acneiche, nel quadro più generale di una cura della pelle diversificata in base alle esigenze e alle varie fasi della vita
    • caduta dei capelli: molti prodotti contro la caduta e il diradamento dei capelli, disturbo molto diffuso e che spesso causa un senso di disagio in chi ne soffre, sono oggi a base di ingredienti all’avanguardia già usati per la pelle e finalizzati alla stimolazione del follicolo pilifero
    • collo e décolleté: si è sempre più attenti alla specificità della pelle di queste due zone, particolarmente delicata e sottile, con lo scopo di proteggerla e di prevenire i segni di invecchiamento

    Come si svilupperanno queste tendenze nei prossimi anni, a partire dal comune denominatore CELEBRATING OTHERNESS – Beauty in the unique?

    Cosmovision 2023-2028

    Se maggiore inclusività, personalizzazione dei prodotti e sostenibilità sono state le parole chiave delle proposte delle aziende beauty nella scorsa edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna, quali sono secondo Beautystreams le tendenze del mondo cosmetico per il futuro?

    I cambiamenti tecnologici, sociali e ambientali restano al centro dell’installazione e del talk di Beautystreams “Cosmovision 2023-2028”, volto a prevedere come si svilupperanno i temi più attuali nei prossimi anni.

    In particolare, il tema guida CELEBRATING OTHERNESS – Beauty in the unique continuerà a indirizzare le scelte dei brand nelle sue molteplici sfumature:

    • la cosmesi non promette più il raggiungimento di uno standard estetico, ma una maggiore accettazione di sé attraverso prodotti studiati per seguire la pelle e il corpo nelle numerose trasformazioni che subiscono nel corso della vita
    • la personalizzazione e l’autonomia nei trattamenti di bellezza, grazie anche alla tecnologia, sono sempre più diffusi e consentono di prendersi cura di sé a casa con performance simili a quelle professionali. Resta in questo caso la questione della gestione delle informazioni e dei dati raccolti da app e strumenti tecnologici coinvolti
    • non più stereotipi di genere: i prodotti cosmetici si rivolgono a tutti, avendo cura di proporre soluzioni su misura per il singolo e per le sue esigenze
    • il destinatario delle aziende beauty non è più un modello standard, ma c’è un’apertura e una diversa considerazione anche di pelli e capelli diversi, sia nel senso di una maggiore inclusività che di una maggiore personalizzazione dei prodotti
    • torna la tematica della sostenibilità, che passa anche attraverso lo spazio che aziende piccole e locali si stanno guadagnando, incentivando un’economia circolare, più etica e più attenta alla questione ambientale

    Il futuro, anche del mondo beauty, è sempre più green e inclusivo, con un’attenzione particolare verso i bisogni del singolo e proposte attente ai modi di produzione e di comunicazione.

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy