Cosa mangia un coniglio nano?

Un coniglio nano deve seguire la giusta alimentazione per stare bene. Vediamo di cosa ha bisogno

alimentazione coniglio nano

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Abbiamo già visto quali sono le malattie più comuni del coniglio nano e come prendersene cura. Ma non possiamo fermarci qui. Quando decidi di adottarne uno è bene conoscere cosa può e cosa non può mangiare.

    Ecco allora una guida sulla corretta alimentazione del coniglio nano.

    Cosa mangia un coniglio nano

    Il coniglio è un erbivoro e in natura si nutre soltanto di erbe di campo e di radici. La sua alimentazione è costituita soprattutto da materie ricche di fibre ma povere di proteine, grassi e carboidrati; il suo piccolo apparato digerente è abituato a smaltire questi cibi, anche grazie a una masticazione molto lunga che gli permette di consumare i denti, sottoposti a una crescita continua.

    Perciò, quando sei alla ricerca della giusta alimentazione per il tuo coniglio nano, è bene scegliere cibi di fibra: fieno, erba e verdura sono tutto ciò di cui il tuo piccolo amico ha bisogno per avere una corretta alimentazione.

    Cosa mangia il coniglio nano è strettamente legato alla sua salute, proprio come tutti gli animali (e come gli esseri umani): se mangerà i cibi giusti, anche il suo corpo ne gioverà e potrà vivere a lungo.

    Ecco allora alcuni dei cibi di cui ha più bisogno.

    Fieno

    Alla base della piramide alimentare del coniglio c’è il fieno. Quanto ne deve mangiare? Tantissimo e sempre. La fibra è indispensabile per la digestione del coniglio nano e garantisce il corretto consumo dei denti grazie a una prolungata masticazione. Si tratta di un alimento completo e ipocalorico, in grado di prevenire l’obesità del coniglio nano.

    Perché è importante che ne mangi tanto? Perché così si tiene impegnato a masticare. Se il coniglio nano trova soltanto del cibo morbido, lo consumerà velocemente, rischiando così di ingrassare e di annoiarsi. Ricordiamoci infatti che la masticazione per il coniglio è un’attività importante e in grado di prevenire anche lo stress.

    È bene scegliere fieno fresco e con un buon odore, da conservare in un luogo asciutto per evitare che vada a male. Inoltre inserire del fieno all’interno della lettiera lo abituerà a usarla: infatti i conigli nani tendono a mangiare fieno e a fare i loro bisogni contemporaneamente.

    Verdure ed erbe

    L’erba fresca è il nutrimento principale del coniglio nano e costituisce quasi il 75% della sua alimentazione. Le erbe contengono sali minerali, calcio, vitamine e la fibra giusta per l’intestino del coniglio; la scelta giusta sarebbe quella di procurargli erbe miste e fresche, prive di pesticidi. Non dargli mai da mangiare le foglie delle piante che hai in casa perché potrebbero essere velenose per lui!

    Di solito le verdure e le erbe preferite di un coniglio nano sono:

    • Basilico
    • Lattuga
    • Menta
    • Sedano
    • Coriandolo
    • Trifoglio
    • Cavolo
    • Verza
    • Tarassaco
    • Cime di carota
    • Malva
    • Pratolina
    • Cicoria
    • Orzo
    • Dente di leone
    • Borragine

    Frutta

    La frutta è ricca di zuccheri e di vitamine, ma attenzione: non darne troppa al nostro piccolo amico. La frutta è al pari di un dolcetto per il coniglio nano e va data in piccole dosi e con moderazione, ovvero non più di una volta a settimana. L’ananas, i lamponi, le fragole, le banane e le mele sono tra i preferiti per il coniglio nano.

    Un ottimo dolce da dare tutti i giorni al proprio coniglio è l’uvetta: bastano 2-3 chicchi al giorno e il tuo amico ne sarà felice.

    Pellet

    Non si tratta di un alimento completo né indispensabile per il coniglio nano; infatti il pellet è un mangime dato come integrazione per i cuccioli, per i conigli con problemi ai denti o per quelli sottopeso. Se il tuo coniglio segue già una dieta bilanciata a base di erbe, verdure e fieno, allora non ne avrà bisogno.

    L’alimentazione del coniglio nano per ogni età

    Quelli che abbiamo elencato finora sono i cibi che è consigliato dare al nostro coniglio, ma ci sono delle regole da seguire: ogni alimento deve essere dato a un’età specifica del coniglio. È sempre bene consultare un veterinario per farsi sottoscrivere i giusti alimenti da far consumare al nostro piccolo amico.

    L’alimentazione per il coniglio nano cucciolo

    Un coniglio nano è definito cucciolo dai primi giorni di vita fino al compimento di un anno. Per i primi 15 giorni si nutre soltanto di latte materno. Dai 20 ai 60 giorni il cucciolo ha aperto gli occhi e inizia ad assaggiare anche il fieno, sempre accompagnato dal latte materno; a questa alimentazione si possono integrare gradualmente erba, verdure fresche e pellet per cuccioli. In generale è consigliato non separare il cucciolo dalla madre prima dei 60 giorni perché il latte materno permette al coniglio nano di sviluppare la flora batterica, indispensabile per la sopravvivenza dell’animale.

    L’alimentazione per il coniglio nano adulto

    Dopo il compimento del primo anno il coniglio nano diventa un adulto e inizia a nutrirsi di fieno, erba, verdura e un po’ di frutta. Di solito viene somministrata al giorno una quantità di verdura pari al peso del coniglio.

    L’alimentazione per il coniglio nano anziano

    Dai 6 anni in su il coniglio nano è considerato anziano e continua a nutrirsi degli stessi alimenti di cui finora ha beneficiato: tanto fieno, molta erba e verdura e poca frutta. Conviene però fare molta attenzione a evitare cibi ricchi di calcio; se notiamo che il nostro coniglio nano tende a dimagrire, è bene integrare nella sua dieta un po’ di pellet, oltre a chiedere una serie di esami del sangue per controllare la salute dell’animale.

    I cibi sconsigliati per il coniglio nano

    Accanto ai cibi da dare al coniglio nano non possono certo mancare gli alimenti vietati.

    Visto che abbiamo a che fare con un coniglio, dobbiamo scordarci di somministrargli le materie prime di origine animale, tra cui uova, carne, pesce e latticini in generale. I dolci e la cioccolata, così come per i cani, sono sconsigliati per i conigli, insieme ad alimenti ricchi di carboidrati come la pasta, il riso o il pane.

    Esistono però anche delle verdure e delle erbe da non inserire per alcun motivo dentro la dieta del coniglio nano. Tra queste ci sono senz’altro:

    • Aglio
    • Avocado
    • Cipolla
    • Legumi
    • Melanzane
    • Patate
    • Funghi
    • Rabarbaro
    • Peperoncino
    • Edera
    • Tasso
    • Ranuncolo
    • Belladonna
    • Digitale

    Per far stare bene il coniglio nano è bene conoscere ogni suo bisogno: prendersi cura di un animale è un impegno importante da rispettare. I nostri animali non sono dei peluche con cui giocare ed è bene portare loro rispetto e rendersi conto di quando c’è qualcosa che non va.

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy