Come curare il raffreddore del coniglio

Un coniglio starnutisce? Può darsi che sia raffreddato. Quali sono i rimedi adatti per curare il raffreddore del coniglio? Vediamoli insieme

raffreddore coniglio

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Abbiamo visto come le malattie del coniglio siano molto comuni e a quanta attenzione bisogna porre per impedire che il nostro piccolo amico stia troppo male. Il coniglio è un animale di natura molto robusto, ma, esattamente come noi, può prendere il raffreddore. Se non curata in tempo, questa banale malattia rischia di portare delle conseguenze molto gravi: per questo è importante accorgersi subito dei sintomi e correre ai ripari.

    Il raffreddore del coniglio è possibile da curare. Vediamo come.

    Perché un coniglio starnutisce?

    Di solito colleghiamo lo starnuto al raffreddore. Si tratta di un sintomo molto comune negli esseri umani. Ma se un coniglio starnutisce, cosa significa? Le cause possono essere numerose. Può darsi che il coniglio soffra di allergia quando è entrato a contatto con qualcosa che non fa parte del suo ambiente e gli produce ipersensibilità: in questo caso basta trovare la fonte del fastidio e rimuoverlo prima che l’allergia possa peggiorare. Altre volte, invece, può essere dovuto alla presenza di un corpo estraneo nel naso e gli starnuti sono un tentativo del coniglio di espellerlo.

    Può capitare, invece, che talvolta il coniglio starnutisca quando c’è la presenza di muco dovuta a un’irritazione delle vie respiratorie. Quando notiamo la presenza di secrezioni mucose intorno al naso, è bene portare subito il coniglio dal veterinario: può trattarsi di una forma di raffreddore.

    Quali sono i sintomi?

    I conigli presentano dei comportamenti precisi quando stanno male. Bisogna prestare un occhio molto attento per accertarsi della gravità del raffreddore del coniglio. Il nostro piccolo amico ci manda dei segnali molto precisi per indicare il suo malessere, tra cui:

    • Presenza di muco su naso e zampe
    • Naso gocciolante
    • Lacrimazione
    • Starnuti
    • Febbre
    • Pancia gonfia
    • Perdita della lucentezza nel pelo
    • Orecchie basse
    • Respiro affaticato
    • Spossatezza

    Quando un consiglio sta male, esce malvolentieri dalla propria gabbia e non sarà molto interessato alla nostra compagnia o a giocare. Anche l’assenza di appetito è un altro campanello d’allarme sul malessere del coniglio. Quando non mangia, è bene portarlo subito dal veterinario. Sarà lui a confermare o meno la presenza del raffreddore.

    Quali sono le cause?

    Sappiamo che il nostro coniglio ha il raffreddore: il veterinario ce l’ha confermato. Ma quali sono state le cause scatenanti? Anzitutto, è bene distinguere il raffreddore allergico da quello dovuto da una vera e propria infezione. Se il primo, infatti, può essere dovuto alla presenza di una sostanza che solletica il naso e provoca starnuti continui, il secondo invece può essere legato a una vera e propria patologia o a uno stile di vita errato per l’animale. Vediamo insieme le cause principali.

    • Infezione: nella maggior parte dei casi, escludendo l’allergia, il raffreddore è legato alla presenza di batteri. In questo caso è bene procedere a una diagnosi più approfondita dal veterinario e, soltanto quando è stata confermata, si consiglia una terapia antibiotica
    • Stile di vita: l’alimentazione e le sue condizioni di vita influiscono enormemente sulle malattie del coniglio. Una delle cause che più lo indeboliscono e lo rendono un soggetto debole al raffreddore è la carenza di vitamine all’interno della sua dieta
    • Denti: i conigli hanno sempre bisogno di limare i propri denti, considerati come una delle parti più fondamentali della loro salute. Le infezioni alle gengive e ai denti possono provocare spesso il raffreddore

    Come curare un coniglio col raffreddore

    Come evitare che i conigli si ammalano? Esistono dei rimedi precisi per impedire il raffreddore del coniglio. Ovviamente il consiglio principale è quello di rivolgersi subito a un veterinario: affidarsi alle cure di un professionista è il modo migliore per la ripresa totale della salute del nostro piccolo amico peloso.

    Nel frattempo, però, possiamo fare una serie di piccoli cambiamenti per alleviare i fastidi del coniglio, anche solo facendo sentire la nostra vicinanza e affetto. Spesso, uno dei modi ideali per aiutarlo a stare meglio è cambiare il suo habitat: se la causa del suo raffreddore è allergica, allora proviamo a escludere i fattori che provocano gli starnuti. Quindi è importante sostituire la paglia della sua gabbia con del pellet, oppure cambiare il detergente che usiamo per pulire il pavimento.

    Coccolarlo, tenerlo al caldo, pulire le sue secrezioni e la gabbietta… Sono tutti piccoli suggerimenti che possono contribuire enormemente a cambiare la salute del coniglio. Ma più di tutto, deve essere il veterinario a fare la differenza nella cura del raffreddore. Deve essere un professionista con esperienza nei problemi di salute del nostro piccolo amico: soltanto lui saprà consigliarti sui giusti antibiotici da usare per curare il raffreddore del coniglio.

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy