Rimedi contro il calo della libido femminile

Cosa fare quando diminuisce il desiderio sessuale di lei

rimedi al calo della libido femminile

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Nella vita di coppia, come in quella privata, una possibile (e nemmeno troppo rara) fonte di angoscia può dipendere da una vita sessuale insoddisfacente. Una causa potrebbe essere il calo della libido. Avere un basso desiderio sessuale non è necessariamente un problema, ma se una persona desidera aumentare la propria libido, per ragioni personali o di coppia, esistono numerose possibilità per provare a porvi rimedio.

    Cos’è il calo della libido

    Per calo della libido si intende una diminuzione del desiderio sessuale. Può essere di varia intensità e più o meno spiacevole. La sessualità è fortemente legata alla donna e alla sua unicità, per questo non può esistere una “formula magica” adatta a tutte. 

    L’avanzare dell’età, così come i problemi relazionali, lo stress e malattie di carattere fisico e psicologico, possono influenzare la libido. Mentre una bassa libido non è necessariamente un problema, potrebbe però esserlo per la vita di coppia, influenzando le relazioni e la propria autostima. La prima cosa da fare, se la situazione crea sensazioni spiacevoli, è rivolgersi al proprio medico, il quale aiuterà a investigare sulle possibili cause.

    Possibili domande del medico

    Il medico farà domande sui sintomi che si verificano e valuterà lo stato ormonale. Le domande che il medico potrebbe porti includono:

    • Sei in grado di avere un orgasmo?
    • Hai dolori o disagi durante il sesso?
    • Hai delle preoccupazioni sessuali?
    • Quanta angoscia provi per le tue preoccupazioni sessuali?
    • Il tuo interesse per il sesso è cambiato?
    • Hai problemi a risvegliarti?
    • Provi secchezza vaginale?
    • Da quanto tempo hai riscontrato questo problema?
    • Hai ancora mestruazioni?
    • Sei mai stata curata per il cancro?
    • Hai avuto qualche intervento ginecologico?

    Rispondere con onestà e senza provare alcun senso di vergogna è fondamentale. Essere trasparenti e sincere rimane il miglior modo, se non l’unico, per offrire al proprio medico una visione quanto più veritiera possibile. Gli eventuali trattamenti e rimedi deriveranno proprio da quello.

    Cosa puoi fare?

    Per prepararsi al colloquio con il medico e arrivarci con le idee ben chiare potrebbe essere utile:

    • prendere nota di tutti i problemi sessuali riscontrati, inclusi quando e con quale frequenza di solito si presentano;
    • fare un elenco delle informazioni mediche chiave, incluse tutte le condizioni per le quali si è in trattamento e i nomi di tutti i farmaci, vitamine o integratori che vengono assunti;
    • considerare le domande da porre al medico e scriverle. Portare con sé un’agenda e una penna per annotare le informazioni mentre il medico risponde alle domande.

    Rimedi al calo del desiderio sessuale

    La prima strada da percorrere, al fine di risolvere una situazione di calo della libido, è quella di affidarsi alle indicazioni del proprio medico e/o dei professionisti. Oltre a ciò (e non in sostituzione) esistono tante piccole abitudini e integrazioni che possono aiutare a stare meglio e a vivere in maniera migliore la propria sessualità.

    Rimedi farmacologici e ormonali al calo della libido

    In commercio esistono molti rimedi, sia farmacologici che ormonali, adatti a risollevare il proprio desiderio sessuale. Per usufruire di tali sostanze è sempre consigliabile rivolgersi a uno specialista e non praticare l’automedicazione.

    Terapia di coppia o individuale

    Qualora uno scarso desiderio sessuale sia provocato da problematiche psicologiche, emotive e relazionali, può risultare di estremo aiuto l’intervento di un terapeuta. Anche in questo caso, il proprio medico potrà indicare il miglior professionista per ogni esigenza.

    Altre cose da provare

    Cerchi altri modi per aumentare la tua libido? Ci sono molte opzioni per aumentare il desiderio sessuale oltre l’uso di afrodisiaci o interventi medici. Vediamone alcuni.

    Dormire a sufficienza

    Il sonno è incredibilmente importante per la salute, ciò include anche un sano desiderio sessuale. Uno studio ha suggerito la correlazione, nelle donne, tra una maggiore durata del sonno e un maggiore desiderio sessuale il giorno successivo.

    Un altro studio ha sottolineato la connessione tra la qualità del sonno e le funzioni sessuali, concludendo che una durata del sonno più breve e l’insonnia erano entrambe associate a una riduzione del desiderio sessuale. Quando si tratta di aumentare la libido, dormire a sufficienza è un ottimo primo passo.

    Ridurre lo stress

    Lo stress può avere un effetto negativo su molti aspetti della salute, inclusa la libido. Un recente studio ha trovato una correlazione tra stress lavorativo e insoddisfazione sessuale femminile, il che significa che qualsiasi forma di stress può far precipitare la libido.

    Adottare misure attive per ridurre i livelli di stress può aiutare ad aumentare il desiderio sessuale.

    Controlla i tuoi farmaci

    Alcuni farmaci possono avere un effetto anche sul desiderio sessuale. Gli antidepressivi possono essere collegati a un desiderio sessuale inferiore o insufficiente.

    Chi sta assumendo antidepressivi e ha una bassa libido dovrebbe parlare con il proprio medico di come può gestire eventuali effetti collaterali. Potrebbe anche essere possibile regolare il dosaggio, ma sempre e solo dietro indicazione del medico.

    Esercizio fisico

    L’esercizio fisico è un modo fantastico per aumentare la libido. Uno studio ha concluso che l’allenamento di resistenza può aumentare il desiderio e l’eccitazione sessuale nelle donne con sindrome dell’ovaio policistico.

    Inoltre, l’esercizio fisico è un ottimo modo per ridurre lo stress, ciò, come abbiamo visto, può aiutare a stimolare il desiderio sessuale.

    Agopuntura

    Sono necessarie ulteriori ricerche ma una revisione del 2008 ha concluso che l’agopuntura può essere un potenziale metodo per aumentare il desiderio sessuale nelle donne.

    Inoltre, l’agopuntura può contribuire a ridurre l’ansia, lo stress e l’insonnia, che possono essere alla base di una diminuzione della libido.

    Praticare Mindfulness

    Imparare a essere più consapevoli del e nel momento presente può avere un effetto importante sul desiderio sessuale.

    La consapevolezza è uno strumento meraviglioso per ridurre lo stress e diverse ricerche suggeriscono che la terapia della consapevolezza migliori significativamente il desiderio sessuale nelle donne.

    Praticare yoga

    Lo yoga offre innumerevoli benefici e migliorare la vita sessuale può essere uno di questi.

    Uno studio del 2010 ha concluso che 12 settimane di pratica dello yoga portano a un miglioramento significativo in tutte le aree dell’indice della funzione sessuale femminile. Le aree misurate includevano desiderio, eccitazione, lubrificazione, orgasmo, soddisfazione e dolore durante l’attività sessuale.

    Aumentare il fattore “hot” durante i rapporti

    Praticare una sessualità leggermente più “spinta” rispetto alle proprie abitudini e magari includere alcuni giochi erotici possono essere un piacevole e inaspettato stimolo al proprio desiderio sessuale.

    Rimedi naturali al calo della libido

    Non esistono ancora studi sufficienti a garantirne l’efficacia, tuttavia alcuni alimenti ed erbe sono stati storicamente usati per aumentare la libido. Inoltre, sono di facile reperibilità e tutti, probabilmente, ne possiedono una buona parte nella propria cucina.
    La vera domanda è: hanno davvero effetti sulla libido o la loro fama afrodisiaca è attribuibile più a suggestioni e falsi miti?

    Cioccolato

    Il cioccolato è un afrodisiaco comunemente raccomandato. Tuttavia, nonostante la sua popolarità, uno studio del 2006 ha concluso che il consumo di cioccolato non ha avuto effetti significativi sul desiderio sessuale femminile… ma può valere la pena provare!

    Caffè

    Alcuni raccomandano il caffè come afrodisiaco ma, mentre è accertato che può aiutare a migliorare l’umore, non ci sono ricerche a sostegno del suo potere ingrifante.

    Miele

    Anche se il miele è una buona fonte di antiossidanti, non ci sono prove scientifiche che confermino le sue virtù “aumenta-libido”. Tuttavia è buono e dalle mille proprietà, quindi un cucchiaino al giorno è consigliato.

    Fragole

    Le fragole sono un’altra opzione popolare che alcune persone consigliano, nonostante la mancanza di prove.

    Ostriche crude

    La leggenda nasce dal mitico Casanova, il quale si dice ne mangiasse almeno 50 al giorno per rendersi all’altezza del suo nome. Maschi e femmine hanno riportato un aumento del desiderio sessuale dopo averli mangiati. Ancora una volta, però, non ci sono prove a sostegno di queste affermazioni.

    Peperoncino e capsaicina

    La capsaicina, il componente attivo dei peperoncini, offre numerosi benefici per la salute, tra cui un miglioramento del desiderio sessuale.

    Uno studio ha concluso che la capsaicina ha migliorato il comportamento sessuale nei ratti maschi, ma non ci sono ricerche che suggeriscono che lo stesso potrebbe essere vero per l’uomo.

    Fichi

    Un altro afrodisiaco comunemente raccomandato: i fichi sono una ricca fonte di vitamine e minerali. Il loro reale effetto sulla libido è ancora tutto da dimostrare.

    Banane

    Alcuni credono che le banane possano aumentare la libido, ma ancora una volta ci sono poche prove scientifiche a supporto di questo.

    Tuttavia, le banane sono un’ottima fonte di potassio, che aiuta la sintesi del testosterone. Mentre il testosterone viene generalmente visto come un ormone maschile, anche le femmine hanno testosterone e un basso livello di testosterone può influire negativamente sul desiderio sessuale.

    Patate

    Le patate sono un altro afrodisiaco popolare, nonostante la mancanza di prove scientifiche.

    Tuttavia, sia le patate (non dolci) che le patate dolci sono piene di potassio, il che significa che offrono gli stessi benefici per la salute delle banane.

    Conclusione

    Il desiderio sessuale è spesso imprevedibile e, come abbiamo già visto, non esiste un livello “standard” e non si possono imporre regole che siano uguali per tutte. Tuttavia è importante riuscire a capire quando la situazione prende una piega indesiderata, ma soprattutto è fondamentale essere oneste con se stesse e concedersi il diritto di chiedere aiuto. Rivolgersi a un medico a volte può creare imbarazzo (un po’ come parlare apertamente con il partner), ma rimane la sola strada utile a risolvere tutto nel migliore dei modi.

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy