Petting e gravidanza: si può rimanere incinta durante il petting?

Fare petting in modo sicuro per evitare gravidanze indesiderati e pericoli per la salute: ecco come

Petting rimanere incinta

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Probabilmente avete fatto petting nel corso della vostra vita e, altrettanto probabilmente, non eravate a conoscenza che quello era proprio petting! Ma facciamo chiarezza: cos’è il petting? C’è differenza con i preliminari? E cosa si rischia a livello di salute e di gravidanza?

    Cos’è il petting?

    Il petting è una pratica di natura sessuale in cui vengono scambiati coccole, baci, carezze e sfregamenti, tendenzialmente con i vestiti ancora addosso, senza il rapporto penetrativo.

    Esiste il soft petting e l’heavy petting:

    • Il soft petting: nel soft petting ci si accarezza, ci si abbraccia, ci si bacia delicatamente e appassionatamente, quindi alla francese, ma anche in altre parti del corpo, come il collo (necking) e ci si “sfrega” (rubbling) reciprocamente. 
    • L’heavy petting: partendo dalla pratica più soft, appunto, si può passare a una più “spinta” dove le carezze e i baci acquistano un valore prettamente erotico. In questo caso, si praticano la masturbazione (individuale o reciproca) e il sesso orale.

    È possibile raggiungere l’orgasmo non solo grazie alla masturbazione e al sesso orale, ma anche durante il soft petting, grazie alla complicità e all’attrazione sessuale che si innesca durante questa pratica. Il petting viene anche inserito nella più ampia attività di “outercourse”, cioè del sesso non penetrativo.

    Petting & Preliminari

    Se vogliamo fare completamente chiarezza, i preliminari di un atto sessuale possono partire dalle pratiche del petting, ma la differenza tra le due sta proprio alla base, nell’intenzione: quando si inizia a fare petting, si vuole avere un rapporto intimo con il partner, ma si vuole escludere la penetrazione, cosa che non succede se si decide di fare sesso, iniziando con un po’ di preliminari. L’obiettivo del petting (e del motivo per cui rientra nell’attività del sesso non penetrativo) è proprio quella di provare piacere con effusioni più o meno spinte, mentre i preliminari hanno come obiettivo quello di preparare fisicamente ed emotivamente le due persone coinvolte, affinché l’atto sessuale e la penetrazione sia più piacevole possibile.

    I rischi del petting

    Anche se il petting sembra una pratica innocua e senza ripercussioni per la salute di chi lo pratica, è sempre importante, quando si parla di pratiche sessuali ed erotiche, prestare attenzione; il petting non fa eccezione. Nonostante sia una pratica di natura sessuale senza una prestazione anale o vaginale e, di conseguenza, con sicuramente meno rischi per la salute, le probabilità di una gravidanza o di un’infezione sessualmente trasmissibile non sono nulle.

    Come rimanere incinta con il petting?

    Il liquido eiaculato e quello pre-eiaculato contiene spermatozoi: questo significa che se direttamente o indirettamente lo sperma o il liquido che fuoriesce prima dell’eiaculazione entra in contatto con la vulva, può portare a una gravidanza. Quindi, cosa si può fare per evitare una gravidanza, se indesiderata? Se si decide di fare heavy petting, cioè masturbazione e sesso orale, fino ad arrivare all’orgasmo, basterà prestare attenzione a dove finisce lo sperma ed evitare di toccare la vulva con lo sperma (ad esempio, con le dita), lavandosi prima di toccare di nuovo la partner.

    Rischi per la salute

    Come abbiamo detto, spesso i vestiti rimangono addosso a entrambi (a meno che non si decida di praticare l’heavy petting) e il petting non dovrebbe finire in un rapporto sessuale; ma è importante prestare comunque attenzione. Tramite i rapporti orali o un contatto delle mucose genitali (senza penetrazione), seppur meno frequenti, possono comunque essere contratti herpes genitali, infezioni urinarie, candida, gonorrea e, addirittura, HIV.

    Come divertirsi facendo petting

    Il petting rimane una pratica bellissima da fare insieme al proprio partner, anche se questa non parte e non porta al vero rapporto sessuale; in realtà, questa pratica erotica è molto eccitante e, sì, è possibile raggiungere l’orgasmo.

    Quindi, cosa fare? Rilassarsi, ascoltarsi, divertirsi. Partendo dai baci e dalle carezze (al seno e altre zone erogene), si può arrivare a sfiorare le proprie parti intime, con i vestiti. Questo è il soft petting. Da qui, è possibile passare all’heavy petting, quindi alla masturbazione individuale o reciproca e al sesso orale… Chi l’ha detto che per provare piacere serve esclusivamente la penetrazione? Scoprire le sensazioni piacevoli dei nostri corpi attraverso il contatto fisico senza necessariamente il rapporto sessuale è un’esperienza da provare, che unisce e connette la coppia e che può regalare piccole grandi scoperte per quanto riguarda le fantasie sessuali, proprie e del partner!

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy