Pressione bassa e problemi d’erezione: quali rimedi?

Di quello che succede sotto le coperte, quando le cose non vanno al meglio, gli uomini sono più restii a parlarne. Quando l’erezione dà forfait, le cause possono essere diverse. Tra queste c'è l’ipotensione!

pressione-bassa-uomo

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Di quello che succede sotto le coperte, quando le cose non vanno al meglio, gli uomini sono più restii a parlarne.
    Quando l’erezione dà forfait, le ripercussioni soprattutto psicologiche possono aggravare la situazione facendo rinchiudere nella solitudine la persona che ne soffre e la coppia.
    Le cause della difficoltà alla buona riuscita dell’erezione possono essere diverse.
    Tra queste ce n’è una a cui probabilmente non hai mai pensato: la pressione bassa. Ebbene sì, l’ipotensione, proprio come la pressione alta, può essere nemica del sesso.

    Pressione bassa e problemi di erezione

    La pressione bassa è una condizione data da valori di pressione arteriosa del sangue che si attestano su livelli inferiori alla norma con conseguenze molto fastidiose. Prima di tutto, c’è da definire un aspetto importante. Quando la pressione è definita bassa? Secondo i medici, se inferiore a 90 / 60 mmHg ma superiore a 60 / 40 mmHg è considerata ipotensione lieve, se più bassa di 60 / 40 mmHg ma superiore a 50 / 33 mmHg è di grado intermedio, infine se inferiore a 50 / 33 mmHg è di grado severo, ma probabilmente a questo punto difficilmente riusciresti anche solo ad alzarti.

    Quando i valori relativi alla pressione si aggirano in intorno ai livelli più bassi è difficile che sia possibile di cimentarsi in un livello di performance sessuale da luci rosse. Non solo per la spossatezza e il senso di malessere generale che l’ipotensione si trascina dietro, ma proprio per una causa fisiologica.

    Il motivo della difficoltà a mantenere un’erezione soddisfacente con la pressione bassa risiedere proprio nel circolo del sangue. Infatti, la pressione arteriosa non è altro che la forza, determinata dall’azione del cuore, che il sangue esercita contro le pareti dei vasi sanguigni. È proprio quando questa forza viene meno che anche l’afflusso del sangue necessario al funzionamento meccanico dell’erezione ne risente, riversando inevitabilmente anche la situazione più piccante in un flop.

    La pressione bassa si manifesta diversamente, in termini di sintomi, da persona a persona. Sicuramente fare sesso quando si presentano certe condizioni non è piacevole. Tra i sintomi dell’ipotensione ci sono: visione offuscata, nausea, capogiro, stordimento, vertigini, lipotimia fino alla sincope (svenimento), debolezza, affaticamento, stato di agitazione e irrequietezza, sudorazione fredda e difficoltà di concentrazione.

    Si può svenire durante il sesso con la pressione bassa?

    Non è da tutti convivere con una pressione bassa e riuscire a portare a termine una prestazione sessuale. Se ti sei chiesto se con la pressione bassa si può star male fino a svenire, la risposta è sì.

    L’ipotensione porta con sé, oltre i problemi che già abbiamo elencato, anche la possibilità di svenimento.
    La pressione bassa potrebbe essere pericolosa (ma comunque sempre molto meno di quella alta) quando si manifesta improvvisamente e causando un vero e proprio shock, portando a svenimenti e facendo calare il livello di ossigeno a cuore e cervello. Se si può svenire con la pressione bassa durante il sesso? In teoria sì, anche se è molto improbabile riuscire ad avere un’erezione con una tale manifestazione di sintomi.

    Problemi di erezione: quando preoccuparsi seriamente?

    Non preoccuparti ed evita di gridare subito “al lupo”. Di non riuscire ad avere un’erezione proprio nel momento più bello può capitare a tutti. In particolare, quando si manifestano sintomi come quelli della pressione bassa, mantenere un’erezione soddisfacente diventa praticamente una missione quasi impossibile. Nessun problema quindi se per una volta il tuo pene decide che in quel momento non ne vuole sapere di alzarsi. Per definire un vero e proprio problema legato all’erezione devono manifestarsi alcune situazioni poco piacevole, ma soprattutto quest’ultime devono avvenire molto frequentemente.

    In quel caso sì, una visita dal medico diviene fortemente raccomandabile, ma quali sono i campanelli d’allarme che dovrebbero far drizzare le orecchie verso un problema di erezione realmente fondato?
    Chi soffre davvero di disfunzione erettile presenta alcune caratteristiche preoccupanti: non ha mai erezioni durante la notte o al risveglio, presenta un intorpidimento tra le natiche e i genitali e gli episodi di assenza di erezione non sono occasionali oppure l’erezione avviene per un breve periodo di tempo me non è sufficiente per il coito.
    In questo caso è necessario rivolgersi al medico: certi sintomi possono essere manifestazione anche di altre malattie.

    Pressione bassa e problemi di erezione: quali rimedi?

    Se il problema di erezione dovesse manifestarsi a lungo, il primo consiglio è quello di parlare con il proprio medico che saprà consigliare una soluzione anche nel caso il tutto fosse causato da ipotensione. Lo specialista o il medico di famiglia saprà indirizzare il paziente verso la cura farmacologica più adatta, nel caso ce ne fosse bisogno.
    Ci sono però alcune attenzioni quotidiane e alcuni comportamenti da rispettare che possono far bene alla nostra pressione, soprattutto quando si manifesta con valori più bassi della norma. Tra questi: evitare di fare pasti abbondanti e il consumo di bevande alcoliche, non rimanere a lungo in piedi, fare movimenti lenti, mangiare salato in caso di debolezza e bere acqua e sale.

    Se vuoi saperne di più su come prenderti cura dei tuoi genitali, corri a leggere: “L’autopalpazione dei testicoli”.
    Il sesso per te è una ‘religione’? Questo è l’articolo che fa per te: “Meditazione, sesso e spiritualità: cos’è il sesso tantrico?“.
    Problemi alla vescica? Leggi: “Incontinenza urinaria maschile: cure e rimedi”

     

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy