Alt ai capelli grassi: tutti i rimedi (naturali e non)

Quali sono le cause dei capelli grassi? E quali le possibili soluzioni per dire addio a questo fastidioso - e comune - inestetismo? Alla scoperta dei rimedi più efficaci.

Capelli Grassi

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Uno degli inestetismi più frequenti e maggiormente sofferti sia dagli uomini che dalle donne è quello dei capelli grassi (o unti). E’ la condizione del cuoio capelluto che si riferisce alla quantità di olio naturale ben visibile,  appunto, sui capelli. Tradotto significa che l’organismo di alcune persone produce una maggiore quantità di sebo che conferisce ai loro capelli un aspetto traslucido, sembrano sporchi e talvolta emanano cattivo odore. La produzione di sebo è continua e se eccessivamente abbondante può causare anche altri problemi al cuoio capelluto come forfora e dermatiti e, poiché l’olio appiccicoso intrappola polvere e inquinamento, può dare un aspetto spento ai capelli. Anche la difficoltà a mantenere pieghe e acconciature è sintomo di cute grassa.

    Anticipiamo subito che non esiste una “cura” per i capelli grassi ma si può tenere sotto controllo il problema.  Come? Seguendo piccoli ma preziosi consigli.

    Che cos’è il sebo?

    Da definizione Treccani, “il sebo è una materia grassa e untuosa, elaborata da particolari ghiandole (dette sebacee, ndr), che contribuisce a mantenere morbida la pelle e a difenderla contro gli agenti esterni; è più abbondante in corrispondenza del capillizio, della faccia, della parte mediana del torace”. E’ composto prevalentemente da colesterolo e acidi grassi e la sua principale funzione è evitare che la pelle si secchi e si crepi. Serve, inoltre, a lubrificare ed ammorbidire i capelli e i peli. Nelle palpebre, poi, esistono speciali ghiandole sebacee che producono sebo nelle lacrime. Tra le principali patologie collegate alle ghiandole sebacee c’è la seborrea che consiste in un eccesso della produzione di sebo e che causa – come detto – la comparsa della forfora, oltre all’untuosità di pelle e capelli. Problema differente ma correlato, naturalmente, può essere l’eccessiva sudorazione

    Capelli grassi: le principali cause

    Diversi fattori possono concorrere a provocare problemi di cute grassa:

    • Squilibri ormonali e genetici
    • Stress
    • Fumo
    • Inquinamento atmosferico
    •  Uso di detergenti troppo aggressivi

    Anche le nostre abitudini alimentari possono influire negativamente sulla salute dei capelli: una dieta ricca di carboidrati raffinati, di cibi fritti o troppo grassi induce, infatti, processi ormonali e di scarto delle tossine più lenti, con un conseguente aumento della produzione sebo.

    Come contrastare i capelli grassi

    Lavaggio e asciugatura

    Il primo passo per arginare questo inestetismo è praticare lavaggi delicati e frequenti con prodotti detergenti non schiumosi, meglio se specifici per capelli grassi – sebonormalizzanti, seboaffini e dermopurificanti – per avere così la certezza di operare nel rispetto della cute. Per lungo tempo si è creduto che lavarsi i capelli tutti i giorni fosse dannoso ma oggi i dermatologi hanno ribaltato questa tesi ritenendo la detersione frequente – con cadenza anche quotidiana – addirittura necessaria. L’importante è risciacquare bene i capelli per evitare che possibili residui di detergente sulle radici e sulle punte appesantiscano ulteriormente la chioma asciutta. E’ preferibile lavare i capelli a testa in giù perché stimola la microcircolazione e aiuta a ossigenare i bulbi e utilizzare acqua tiepida. Inoltre, se si aggiunge il balsamo, o anche un prodotto più leggero senza risciacquo, ricordarsi di non distribuirlo sulle radici ma solo su lunghezze e punte. Per quanto riguarda l’asciugatura, infine, è bene mantenere una certa distanza tra phon e testa, alternando getti d’aria calda ad aria più tiepida. In questo modo, il cuoio capelluto non verrà eccessivamente riscaldato, causando la fluidificazione del sebo.

    Alimentazione

    Il benessere dei capelli si salvaguarda anche a tavola: esistono degli alimenti che, per le loro proprietà specifiche, difendono la cute dagli agenti atmosferici e dallo stress che a lungo andare potrebbe rivelarsi fattori pericolosi. Via libera quindi alla verdura: le carote, ad esempio, ricche di potassio e betacarotene, ma anche rucola, cicoria e bietole sono importanti perché ricche di vitamina C così come spinaci e broccoli che, per le loro proprietà, sono in grado di ridurre la produzione di sebo che molto spesso rende la chioma opaca. Sì alla frutta che contiene elevate dosi di vitamine e sali minerali. E sì anche alle uova, ricche di ferro, e ai legumi, dall’alto contenuto di proteine e zinco. La vitamina B12, necessaria per la salute dell’organismo e dei capelli, si trova in buone dosi in alcuni alimenti tra cui i crostacei (i gamberi ne sono ricchi). Anche il pesce è alimento prezioso in questo senso, soprattutto quello azzurro che è particolarmente ricco di ferro e Omega 3, elementi indispensabili per una vita all’insegna del benessere. Sono ricchi di vitamina B anche i cereali, meglio se integrali: orzo, farro e avena non dovrebbero mai mancare a colazione oppure a merenda, aggiunti a dello yogurt.

    Stile di vita

    Anche stress e cattive abitudini (fumare, ad esempio) o trattamenti aggressivi possono scatenare un’eccessiva produzione di sebo rendendo i capelli unti e privi di vitalità. Così come toccarsi la chioma frequentemente e con le mani sporche o massaggiare il cuoio capelluto tra uno shampoo e l’altro. 

    Capelli grassi: rimedi naturali

    Esistono poi diversi rimedi naturali fai-da-te che si possono fare in casa utilizzando ingredienti semplici e facilmente reperibili per migliorare di molto la situazione. Uno di questi ingredienti è l’argilla che se applicata sui capelli – sotto forma di maschera – ha proprietà antisettiche e elimina scorie e batteri. Anche il limone è un grande alleato: basta infatti il succo di due frutti sui capelli bagnati, un leggero massaggio e poi il risciacquo, per vedere già da subito una chioma più luminosa. Menta ed amido di mais, poi, concorrono a ridurre il sebo in eccesso. Infine, allo shampoo abituale si possono aggiungere 3 o 4 gocce di olio essenziale d’arancia o pompelmo, di lavanda oppure di salvia, anch’esse ricche di proprietà antisettiche, ideali per i capelli grassi.

     

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy