Cosa mangiare quando fa caldo?

Esistono veri e propri cibi contro la calura estiva: ecco la perfetta dieta anti-afa!

Pranzo Estivo

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Il caldo non è qualcosa da prendere sotto gamba, specialmente quando si fa sentire come in questo specifico periodo. In Italia è attivo dal 2004 il cosiddetto “Sistema Nazionale di sorveglianza, previsione e allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla popolazione”, questo perché gli effetti che possono causare le ondate di calore non sono affatto trascurabili. Un’esposizione prolungata a temperature elevate può portare a disturbi lievi (crampi, svenimenti, gonfiori) ma anche a patologie più serie come lo stress da calore o il colpo di calore. Questo perché il nostro corpo riesce ad espellere il calore in eccesso tramite la sudorazione, ma in condizione di calore estremo tale meccanismo può venire a mancare. Il piano di prevenzione promosso dal Ministero della Salute si impegna nella continua informazione e nell’avvisare cittadini e professionisti del settore medico riguardo le possibili variazioni climatiche e aumenti anomali di temperatura, così da proteggere anche i più fragili e le persone con patologie preesistenti. Tra le molte informazioni si trova anche una lista di consigli riguardanti nello specifico l’alimentazione quando si affronta il caldo:

    1. Bere almeno due litri di acqua al giorno: per reintegrare i sali minerali, moderando il consumo di bevande zuccherate e alcoliche, come vino e birra;
    2. Rispettare ogni giorno il numero e gli orari dei pasti, privilegiando e mai trascurando la prima colazione: questa infatti può fornire energia per tutta la giornata;
    3. Aumentare il consumo di frutta e verdura di stagione (ecco la frutta di Luglio) e yogurt;
    4. Moderare il consumo di piatti elaborati e ricchi di grassi;
    5. Privilegiare cibi freschi, ricchi di acqua;
    6. Variare nei colori: per variare il più possibile l’assunzione di sostanze antiossidanti;
    7. Consumare un gelato o un frullato come alternativa al pasto di metà giornata (Sai quanti pasti fare al giorno? Qui troverai la risposta);
    8. Evitare più portate e scegliere piatti unici e bilanciati che possano fornire tutti i nutrienti in un unico pasto;
    9. Evitare il sale e preferire il sale iodato: per gli ipertesi si consiglia sale iposodico o asodico;
    10. Rispettare le modalità di conservazione degli alimenti.

    Dieta contro il caldo: quali sono gli alimenti migliori?

    Presa coscienza delle regole fondamentali per combattere il caldo a tavola è opportuno passare in rassegna tutti quegli alimenti che hanno le giuste potenzialità per rinfrescarci e rendere i pasti dell’estate gustosi senza appesantirci o farci sudare sette camice:

    • Cetriolo: uno degli ortaggi più ricchi, al 96%, di acqua. Vitamina C, aminoacidi essenziali e tanti sali minerali come potassio, fosforo, sodio e calcio. Grazie a queste proprietà è l’alleato perfetto per rinfrescare ogni piatto. Nell’insalata, piatto per eccellenza estivo, può essere abbinato al pomodoro, ricco di licopene ( sostanza naturale protettiva per la pelle) e alla carota, per un mix da abbronzatura perfetta. Sai che puoi fare anche i cetrioli in agrodolce? Per gustarli in tutte le stagioni;
    • Zucchina: poche calorie, versatilità e fonte di vitamina A e C, sali minerali e carotenoidi. Ottima nei piatti freddi come insalata di riso, farro e orzo perlato, oppure tagliata finemente, a crudo, nell’insalata (ancor meglio se si tratta di zucchine dell’orto);
    • Pollo: una carne light e dalle infinite proprietà, proteica e ricca di sali minerali tra i quali spiccano selenio e fosforo. Grigliato oppure al forno, con un condimento leggero, abbinato a verdura di stagione oppure in piatti freddi come nella famosa insalata di pollo;
    • Sogliola: un pesce molto gettonato in questa stagione per la sua elevata digeribilità. Ma oltre ad essere magro, questo pesce è un’ottima fonte di proteine. Ha un sapore delicato ed è molto indicata nelle diete di anziani e bambini;
    • Melone: l’alta concentrazione di potassio presente in questo frutto ha effetti benefici sulla circolazione e sulla pressione arteriosa. Inoltre, essendo anch’esso composto al 90% di acqua è perfetto reidratarsi e rinfrescarsi. Hai mai provato l’insalata di melone e gamberetti? Un piatto proteico, che combina le qualità del melone agli Omega3 del gambero, leggero e gustoso;
    • Pesca: un altro frutto composto all’87% da acqua, diuretico e con un leggero potere lassativo. Ricca in calcio e potassio, rimineralizza e tonifica, oltre a proteggere la pelle e gli occhi grazie alla presenza di betacarotene. Puoi mangiarla a fette, o nella macedonia, ma anche utilizzarla come ingrediente per ghiaccioli healthy fatti in casa o per frullati golosi e rinfrescanti;
    • L’anguria: uno dei frutti più amati dell’estate è anche uno dei più ricchi di carotenoidi, sostanze antiossidanti fondamentali per contrastare i radicali liberi. Molto indicata se si soffre di ritenzione idrica, ipertensione, cellulite, gonfiori alle gambe;
    • Tofu: leggero, con un elevato contenuto di vitamine (D, B1, B2 e B3), sali minerali e omega 3. Può essere un sostituto proteico del formaggio, può essere grigliato, utilizzato per preparare creme erborinate o per gustose insalate miste. Aiuta ad abbassare il colesterolo e abbassa il rischio di arteriosclerosi.

    Dieta contro il caldo: i cibi da evitare

    Gli alimenti rinfrescanti sono molti e, sulla tavola, frutta e verdura non devono mai mancare durante la stagione estiva. Inoltre, preferendo cotture light come quella al vapore o la bollitura sarà possibile mantenere intatte tutte le proprietà organolettiche degli alimenti, donando leggerezza al piatto. Ma quali sono gli alimenti che invece, con il caldo, andrebbero totalmente evitati? 

    • Salumi e insaccati: per la presenza elevata di grassi e sale;
    • Super alcolici e bevande zuccherate: aumentano la sudorazione e danno solo l’impressione di dissetare;
    • Fritture: anche se molto buono il fritto non è amico del caldo, né del colesterolo, né del fegato, che viene messo a dura prova quando lo consumiamo;
    • Alimenti precotti: per il contenuto di sale e conservanti;
    • Cibi molto speziati o piccanti: nonostante il peperoncino sia un alimento portatore di ottime qualità, in estate è molto più faticoso consumarlo, infatti tende ad aumentare la temperatura corporea facendo sudare.

    Fonti

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy