Uscire con gli amici, durante la quarantena, per imbranati

Semplici ricette, per continuare a passare belle serate con i propri amici

amici-quarantena

Sommario
    Tempo di lettura Tempo di lettura terminato
    0
    Time

    Diciamocelo, il venerdì sera è dura.

    Chi di noi, seduto sul divano tornato dal lavoro, non si è fatto la tipica domanda: Netflix e copertina o storico pub con buona birra e amici?

    Da un po’ di tempo rispondere a questa domanda è diventato insospettabilmente più semplice e, anche se le semplificazioni solitamente fanno piacere a tutti,  un po’ il fascino dell’antica domanda, ammettiamolo, ci manca.

    Ci mancano gli abbracci, le strette di mano, le pacche sulle spalle, i volti sorridenti… e magari anche quella sensazione, tra il piacere e l’imbarazzo, di essere a contatto coscia a coscia con quell’amica che ci piace tanto, ma con cui non abbiamo mai avuto il coraggio di provarci.

    Per i volti sorridenti e le battute da fare in una serata assieme, però, abbiamo una soluzione a portata di mano a cui in tanti sono già arrivati: le videochiamate

    Videochiamate su Facebook

    Desktop

    Troverete, in basso a destra, una piccola icona con due persone accanto “Crea nuovo gruppo”. Premetela e potrete aggiungere alcuni dei vostri amici, semplicemente selezionandoli. Mettete un nome al vostro gruppo e quindi cliccate su crea. Fatto questo, vi basterà premere su “Avvia una videochiamata di gruppo” ed ecco che il gioco è fatto.

    Cellulare

    Arrivati su Messenger, premete su “Gruppi” in alto a destra, e subito dopo su “Crea gruppo” su iOS oppure sul bottone con gli omini “Crea un nuovo gruppo” su Android. Fatto? Bene! Ora basterà premere sul simbolo della telecamera collocato in alto a destra e il gioco sarà di nuovo fatto.

    Videochiamate su Skype

    Desktop

    Dopo aver scaricato il programma, aprendo l’icona sul desktop si può procedere alla registrazione che può essere fatta sia tramite indirizzo email, sia tramite numero di cellulare. Aggiungere una foto e il luogo in cui vivete/chiamate può semplificare le cose a chi vuole mettersi in contatto con voi (si evitano spiacevoli equivoci causa omonimia). Una volta registrati, potrete procedere ad aggiungere le persone da contattare. Nello spazio in alto a sinistra (dove si visualizza la lente di ingrandimento) si può svolgere la ricerca delle persone, con cui si potrà interagire in chat o con videochiamate. Per creare una chat o una videochiamata di gruppo basterà cliccare su “nuova chat” (nella colonna sulla sinistra) e scegliere tra le opzioni “nuova chat di gruppo”. A questo punto si potrà dare un nome alla chat, aggiungere amici/ parenti e iniziare a parlare con loro. La schermata della messaggistica si apre in automatico mentre per procedere alla videochiamata basterà cliccare sull’icona della videocamera in alto a sinistra (o della chiamata semplicemente sempre nel solito punto) ed eventualmente aggiungere dei partecipanti utilizzando l’icona dell’omino (sempre in alto a destra dello schermo).

    Cellulare.

    Una volta che conoscete accuratamente il procedimento per desktop, l’app per cellulare ovviamente non rappresenterà per voi una degna sfida. Sarà facilissimo. Basterà ricordarsi email o numero di cellulare con cui vi siete registrati e la password (si, effettivamente solo questo potrebbe risultare un ostacolo insormontabile). L’interfaccia che si aprirà è molto simile a quella utilizzata sul desktop del pc ma i comandi per le diverse azioni e funzionalità si troveranno in basso mentre al centro troverete le chat già avviate. Se darete accesso all’app alla vostra rubrica, nella sezione contatti troverete tutti, ma proprio tutti, i nomi delle persone che avete salvato sul vostro smartphone (quindi attenzione a chi aggiungete… l’amministratore di condominio, la babysitter, l’amante… ).

    Procedere alle videochiamate (o di nuovo solamente alle chiamate) sarà semplice perché troverete le stesse icone molto intuitive della versione per desktop: l’icona della videocamera per le videochiamate, quella della cornetta per le chiamate e quella dell’omino per aggiungere partecipanti alla chat avviata.

    Cosa sarebbe un’uscita fuori, anche se virtuale, senza un po’ di alcol? Davvero non riuscite neanche a farvi un cuba libre o un malibù e coca? Va bene che avete il numero del vostro barman preferito fra i primi dieci contatti della rubrica, ma meglio rimediare subito!

    Cuba libre, Malibù e coca, Rum e Pera

    Cuba Libre

    1 parte di rum chiaro cubano

    2 parti di cola

    1 goccio di succo di lime o limone

    1 fetta di lime ( o limone)

    Spremete il lime, filtratelo, e mettetelo da parte. Versate il ghiaccio nel bicchiere e mettete rum e succo appena spremuto. Aggiungete la cola, guarnite con una fetta di lime. Se non vi piace la coca cola, ci sono delle varianti con il chinotto.

    Malibù e coca

    Questa volta il rum diventa rum al cocco ed è facile e delizioso

    1 parte di malibù

    2 parti di coca

    1 goccio di succo di cedro

    Versate il ghiaccio nel bicchiere e mettete il malibù. Spruzzate con un goccio di cedro. Se avete ombrellini in casa, questo è il cocktail adatto per questo tipo di guarnizione, altrimenti siete a casa vostra e nessuno noterà la mancanza di design.

    Rum e pera

    Quasi quasi mi vergogno a scriverlo, ma come sappiamo non tutti possono sapere tutto, e non è che perché c’è una pandemia in corso dobbiamo inventarci tutti fornai e barman. Per questo …

    1 bicchierino di rum

    1 bicchierino di succo di pera

    Buttate giù brindando alla mia salute, o deridendomi, che in fondo in fondo fa lo stesso.

    Ed eccoci quindi arrivati fino in fondo, con la nostra serata fra alcol e amici rimediata al meglio.

    Spulciando un po’ sulla rete, potrete anche trovare qualche bel gioco da tavolo nella sua versione online, come risiko o monopoli, magari troverete dei cloni, ma visto che abbiamo un po’ di tempo a disposizione, tanto vale provarci. Tra le tante varianti provate, mi sentirei di consigliare Warzone, un clone gratuito di risiko, giocabile multiplayer o single player, purtroppo è in inglese, ma ho già accennato al fatto che è gratuito?

    Infine cosa dire? Con la ricetta base sono facili mille varianti, e quindi potreste commentare insieme ai vostri amici una puntata di un programma trash tutti assieme, oppure mettere un po’ di musica su spotify, e condividere insieme un po’ di sano ascolto di musica o ancora… Il limite è la fantasia.

    I mezzi ci sono e la socialità è importante, è fondamentale. Per questo, dato che se siamo fortunati i nostri amici e i nostri cari sono alla distanza di un click, tanto vale passarci ancora belle serate insieme pronti a ridere fino alle lacrime, come abbiamo sempre fatto, e come continueremo a fare.

    Lascia il tuo commento

    Non verrà mostrata nei commenti
    A Good Magazine - Newsletter
    è il contenuto che ti fa bene! Resta aggiornato sulle malattie digitali

    Ho letto e accetto le condizioni di privacy